LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Alla scoperta del Vittoriano segreto
MARIA GRAZIA FILIPPI
Messaggero Cronaca di Roma 27-LUG-2005

E' la Roma dei bombardamenti e delle corse ai rifugi, tutti insieme ammassati nelle profondit della terra a proteggersi dal terrore degli attacchi aerei. E' la Roma della seconda guerra mondiale, quando il suocuore archeologico non era ancora completamente esposto alla vista di milioni di turisti che, come oggi, la scrutano in ogni antico particolare. E' la Roma delle grandi trasformazioni urbanistiche, che abbattevano interi quartieri di abitazioni a due piani, e creano spazi prima impensabili.

La scoperta di cave di tufo e pozzolana scavati dagli operai della Roma imperiale e che le esigenze della guerra trasformarono in angosciosi rifugi antiaerei, un tuffo in un'epoca non troppo lontana di cui molti conservano ancora ricordi intatti e a volte dolorosi. Partecipare ad una delle visite guidate (info 06.69202049), ultimo gradino della riapertura del complesso monumentale del Vittoriano ad opera della Direzione Regionale per i Beni Culturali e paesaggistici del Lazio guidata da Luciano Marchetti, che accompagnano turisti e curiosi in una fila indiana che non supera le venti persone, alla scoperta dei grandi ambienti dalla lunga e travagliata storia, un tuffo nel passato di una Roma ancora viva e presente. Come molti luoghi della Roma antica, anche l'area sulla quale sorse il Vittoriano era caratterizzata dalla presenza di profonde cave di tufo e pozzolana che servivano a recuperare materiali da costruzioni - spiega l'architetto Federica Galloni, responsabile del Complesso Monumentale del Vittoriano - queste cave, che molto probabilmente ebbero la loro massima utilizzazione nel corso del II secolo dopo
Cristo, in parte non vennero distrutte ma rimasero a fare da appoggio all'imponente monumento. La visita dei sotterranei, un percorso obbligato a circuito anulare lungo una passerella rialzata che dura 20 minuti e costa 6 euro, permette per di svelare un'insolita utilizzazione che di quegli ambienti si fece in epoca moderna. In occasione dell'ultimo conflitto mondiale - continua la dottoressa Galloni - le cave si trasformarono in un organizzato rifugio antiaereo che venne utilizzato dagli abitanti della zona. Le panche lungo i muri perimetrali, il punto di pronto soccorso, le latrine e le uscite di sicurezza, nonch lo stesso impianto elettrico di cui testimoniano i fili elettrici ancora presenti, sono solo alcuni degli elementi che ci permettono di considerare come i sotterranei del Vittoriano siano stati utilizzati in passato come ricovero dagli eventi bellici. La riapertura delle cavee il risultato di uno studio degli ambienti ipogei sottostanti il Vittoriano cominciato nel marzo del 2001. L' obiettivo l'approfondimento della stratificazione storica delle modifiche che il complesso ha subito - spiega la dottoressa Galloni - grazie alle indagini condotte fino ad oggi siamo riusciti a riaprire al pubblico anche questo settore ancora sconosciuto del monumento. Ma rimangono ancora da completare gli studi di quella che appare come una vera e propria rete sotterranea di percorsi, anche se molto probabilmente l'unica parte visitatole proprio questa pi superficiale. Quella sottostante, una rete quasi impenetrabile di cunicoli relativi agli impianti idrici, forse potr essere resa visibile soltanto agli studiosi.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news