LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tremila reperti archeologici recuperati dai carabinieri
a.v.
Arena 27-LUG-2005

Denunciate cinque persone che li vendevano ad appassionati
Tremila pezzi di storia di epoca romana e tardo romana sono stati recuperati in un'operazione messa a segno dal Nucleo tutela patrimonio culturale dei carabinieri di Venezia e dalla compagnia di Verona.
Cinque le persone indagate per ricettazione, due coppie di bulgari e un italiano del centro-sud che avevano affari con la nostra citt, da sempre luogo di appassionati d'arte e di archeologia.
Nel corso di una conferenza stampa tenuta ieri dal capitano Corrado Catesi del Nucleo veneziano e da Giuseppe Serlenga della Compagnia non sono stati forniti molti dettagli per capire in che termini Verona entrasse a far parte della vicenda.
Ci sono ancora indagini in corso, per questo viene mantenuto il riserbo. Di certo ci sono soltanto i cinque indagati, persone che hanno a che fare con il mondo dell'arte e dell'antiquariato, cui sono stati sequestrati pezzi di cui non hanno saputo indicare la provenienza.
Per legge ogni pezzo d'antiquariato dev'essere accompagnato da un certificato che ne indichi la provenienza. Nessuno, n i bulgari, n l'italiano l'avevano per monete, fibbie, statuette, monili e un'ascia quest'ultima dell'epoca del Rame.
I carabinieri adesso dovranno accertare se la merce sequestrata sia stata sottratta in musei, oppure da scavi non auto; rizzati. E la ricerca sar lunga. Bisogner fare approfondimenti in Bulgaria. E appurare quali fossero i contatti veronesi con i trafficanti d'arte che per ora restano soltanto indagati a piede libero per ricettazione.
Impossibile stabilire il valore della merce che, come ha sottolineato il capitano Catesi, decontestualizzata dal luogo di ritrovamento, diventa oggetto di pura passione per cultori del genere.
Le persone fermate secondo i carabinieri non hanno contatti tra loro, agivano in maniera separata e viaggiavano con la merce al seguito, in auto, trattandosi nella maggior parte dei casi di oggetti piccoli o piccolissimi come una moneta o un amuleto. Le indagini andavano vanti da un mese.
Finiti gli accertamenti se la merce recuperata risultasse di provenienza italiana verrebbe catalogata e consegnata a musei. Se fosse bulgara, sarebbe restituita al Paese di appartenenza.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news