LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vicenza. Il padre, il figlio e la fabbrica dei quadri falsi
Alice DEste
Corriere del Veneto - Verona 4/3/2017

VENEZIA. Guttuso e Picasso. E ancora: le nature morte oniriche di De Chirico e le linee potenti di Emilio Vedova. Erano tra i 21 quadri sequestrati dai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Venezia. Il valore dei quadri, se venduti, avrebbe superato il milione di euro ma gli investigatori hanno bloccato tutto e hanno colto in flagrante due falsari, padre e figlio a Vicenza mentre, pennello in mano, stavano ultimando due Pardi.

Le forme squadrate dei Pardi accanto ai colori intensi delle lettere di Boetti e agli schizzi a matita di Guttuso e Picasso. E ancora: le nature morte oniriche di De Chirico e le linee potenti di Emilio Vedova. Erano tra i 21 quadri sequestrati dai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Venezia. Artisti molto noti del 900, in alcuni casi perfino accompagnati da una falsa autentica (il foglio che attesta lautenticit dellopera, ndr ). Il valore dei quadri, se venduti, avrebbe superato il milione di euro ma gli investigatori sono arrivati prima, hanno bloccato tutto e hanno colto in flagrante due falsari, padre e figlio a Vicenza mentre, pennello in mano, stavano ultimando due Pardi.

In unoperazione cominciata a dicembre scorso e conclusa parzialmente nelle scorse settimane, i carabinieri hanno prima mappato lintera regione, individuando i personaggi pi attivi sul fronte della compravendita irregolare, li hanno seguiti sul web fino a incrociarli definitivamente prima che i quadri fossero venduti a compratori ignari. Le opere, in tutto 21, si trovavano a casa di alcuni privati. Non sempre per gli appuntamenti erano l, anzi. In alcuni casi lo scambio avvenuto anche al casello dellautostrada di Verona Sud. I sequestri hanno riguardato per in particolare Vicenza, dove sono stati ritrovati 11 quadri (i 5 Pardi, il Picasso, i due De Chirico, Vedova, Boetti e Sironi), quella di Padova (dove sono stati ritrovati i 4 Biasi che facevano riferimento per ad una casa dasta austriaca), Treviso (anche l 4 tra Aubertine e Corpora) e Venezia (dove stato trovato un Guttuso). Un ulteriore sequestro avvenuto a Udine, per un Mastroianni. Il valore sul mercato dei quadri avrebbe raggiunto i 200mila euro nel caso dei De Chirico, fermandosi invece a 30mila e 50mila nel caso dei Guttuso e del Vedova.

Il mercato dei falsi dellarte contemporanea molto attivo spiega il maggiore Christian Costantini del Nucleo tutela patrimonio abbiamo stilato un decalogo per i compratori, per aiutarli a non cadere nei tranelli. E chiaro per che rivolgersi a un privato rende molto pi pericolose le operazioni. Affidarsi ad una galleria darte, che spesso ha comprato il quadro e quindi ha gi fatto le verifiche necessarie, rende tutto molto pi sicuro. Dieci persone tra i 70 e i 40 anni sono state denunciate per ricettazione e contraffazione (5 di loro in casa avevano reperti archeologici rubati, anchessi immessi sul mercato nero), ma le indagini del Nucleo tutela del patrimonio culturale di Venezia continuano. Nel mirino dellArma ci sono ora gli altri falsari che accanto a padre e figlio di Vicenza hanno riprodotto i tratti dei grandi pittori del 900. Probabilmente non sono molti, ma potrebbero essere in grado di chiarire le dinamiche a monte dellorganizzazione. Siamo certi che in particolare una provincia del Veneto sia coinvolta nellorganizzazione di tutte le operazioni spiega Costantini le nostre indagini ora sono rivolte a quello. Il mondo della compravendita dellarte, se guardato con questa lente non lascia scampo per nemmeno dalla parte dei compratori. Qualcuno cade ingenuamente nel tranello pensando di fare laffare, molti altri invece contattano i privati (e non le gallerie) per impiegare nellacquisto anche denaro non tracciato, fondi neri, in questo modo facilmente reimpiegati.

Il Nordest una zona particolarmente ricca e quindi fiorente da questo punto di vista dice il colonnello Giovanni Occhioni, comandante del Reparto operativo queste attivit sono favorite anche perch lacquisto di opere darte totalmente defiscalizzato. Da Venezia, capitale mondiale dellarte commenta il presidente della Regione, Luca Zaia partito un segnale di grande significato universale. E i complimenti sono arrivati pure dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro: Con il vostro lavoro avete stroncato il malaffare, ripristinando la legalit come ci viene richiesto dai cittadini.



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news