LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Laino, il paese della cultura
Anna Campaniello
Corriere della Sera - Milano 25/2/2017

In Valle di Intelvi il piccolo Comune di Laino quello che, in Lombardia, investe di pi in cultura: 1.416 euro allanno per ciascuno dei suoi 500 abitanti. Milano, per esempio, si ferma a 69 euro.

Alla scuola elementare del paese i bambini iscritti sono 17, altrettanti frequentano lasilo. Le case vuote, abbandonate o utilizzate solo destate, sono quasi quante quelle abitate dai circa 500 residenti di Laino, piccolo centro turistico e agricolo, situato su un vasto altipiano, per usare la descrizione del sito ufficiale del paese della Valle Intelvi. Per ciascuno dei suoi abitanti, il Comune ha investito in un anno 1.416 euro per la cultura, la spesa pi alta di tutta la Lombardia e la terza in assoluto in Italia. I dati, pubblicati da Openpolis, sono riferiti ai bilanci comunali del 2014.

Il primo pensiero, davanti ad una cifra tanto elevata, che ci sia un errore. Nessuno sbaglio, i numeri sono corretti, chiarisce subito il sindaco Cipriano Soldati che, in tandem con il vice Walter De Maria, guida di fatto il paese dal 1990. Per evitare di superare il numero massimo di mandati consecutivi sulla poltrona di sindaco, alloccorrenza si danno il cambio. Esponenti di una lista civica che raccoglie abitualmente circa il 90% dei consensi, rimarranno in carica (almeno) fino al 2019.
La classifica

Laino sale sul podio lombardo dei virtuosi della cultura con Valtorta (Bergamo) e Tronzano Lago Maggiore (Varese), ma vince per distacco, perch la spesa dei diretti inseguitori si ferma rispettivamente a 433 e 320 euro pro capite. Linvestimento medio per abitante nelle maggiori citt italiane, per dare unidea, si attesta attorno a 60 euro.

Milano, quarantesimo posto regionale, si ferma a 69 euro. Restando in Valle Intelvi invece, i vicini di San Fedele nel 2014 hanno investito per la cultura 2,74 euro per ciascun residente.
Gli eventi

Laino viaggia in controtendenza. In un paese in cui rimasto un solo nego zio di alimentari, ci sono ben sette associazioni dai cacciatori alla banda passando per la squadra di calcio e i combattenti e reduci , un campo sportivo, la biblioteca, una sala polivalente per feste, pranzi e cene, assemblee e proiezioni di film. Da anni facciamo il possibile per vivacizzare il paese, per organizzare iniziative ed eventi per i cittadini, soprattutto dando spazio alle associazioni, dicono Soldati e De Maria.
Il museo

Feste ed eventi non bastano a giustificare investimenti tanto importanti per la cultura. In effetti accanto allordinario abbiamo portato avanti progetti importanti spiega il sindaco . Uno su tutti, lacquisto e il recupero di Palazzo Scotti, uno tra i monumenti architettonici pi importanti della Valle Intelvi. Parliamo di un progetto da oltre 3 milioni di euro e il Comune ha stanziato quasi 800 mila euro. Finiremo per lestate. Faremo un museo virtuale e sar la sede del Centro studi magistri cumacini. Pensiamo di portare in paese storici, artisti, studiosi e turisti. Abbiamo un accordo con la Curia e diventer anche la sede degli archivi parrocchiali.

Lelenco degli investimenti lungo. C lacquisto di Villa Carla, diventata la sede dellAppacuvi, lAssociazione per la protezione del patrimonio artistico e culturale della Valle Intelvi. Poi, c il caso singolare delloratorio. Era chiuso, da tempo non c pi un prete fisso in paese e di fatto non funzionava pi dice Soldati . Lo abbiamo comprato dalla Curia, abbiamo lasciato linsegna storica e lo abbiamo trasformato in una sala polifunzionale che abbiamo messo a disposizione delle associazioni. Hanno gratuitamente gli spazi e pensano ad organizzare feste ed eventi culturali.
I fondi

Ma i tagli? Le casse degli enti locali vuote? Si fanno delle scelte dice il sindaco . Per esempio, abbiamo venduto alcuni terreni comunali per incamerare fondi. Prima mi sono consultato con i cittadini, come facciamo sempre. accaduto anche per Palazzo Scotti. Per i residenti cerano interventi pi urgenti, come la sala polifunzionale, e abbiamo fatto quello prima di destinare i soldi a questo grosso investimento, poi condivisi quasi da tutti.
Fieri del primato

I residenti di Laino si stupiscono del primato, ma sembrano soddisfatti. Il sindaco conosce tutti per nome. E scambia due parole con chiunque incontri per strada. Pochi tra i cittadini hanno un lavoro in paese e tra i giovani c chi preferisce trasferirsi altrove, ma non certo un esodo di massa e il numero di abitanti non crollato. La scuola elementare funziona nonostante il numero ridotto di iscritti e per lanno prossimo la prospettiva di una crescita significativa degli alunni.

Pamela Moranda ha lasciato la Valle Intelvi e vive a Milano. Ben venga che provino a fare qualcosa e investire sulla cultura dice . Dovrebbero pensare di pi anche ai giovani per, puntare anche sul divertimento. Giuseppe Capriati ha fatto il percorso inverso. Vengo da Bari dice . Lavoro in posta, per avere il posto fisso mi sono trasferito qui, una zona tranquilla, si sta bene. Gli investimenti per la cultura sembrano non scontentare nessuno. Limportante che non aumentino le tasse a noi scherza Gino Prioni . Non ci manca niente e le cose funzionano, va bene anche pensare ad altre spese. Emilia Colombini ha otto figli: Due si sono trasferiti dice , ma gli altri sono rimasti. Vanno a lavorare fuori, poi tornano a casa. Qui non manca niente.

A proposito di eventi, tempo di sgomberare la piazza. C il Carnevale e il sindaco ha disposto la chiusura del centro. Per la serie, pensare in grande.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news