LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Tar: i dehors possono tornare
ERNESTO FERRARA
21 febbraio 2017 la Repubblica



PIAZZA Duomo, scoppia la grana dehors. Dopo un braccio di ferro legale durato due anni, i locali che prima, nel 2011, avevano avuto l'ok a installare le loro pedane e poi, nel 2015, si sono visti negare dal Comune il permesso di tenerle in strada perch troppo impattanti, ottengono ora la possibilit di richiedere i permessi e rimontare tutto. l'effetto di una sentenza di merito del Tar arrivata negli uffici di Palazzo Vecchio venerd scorso, che ha fatto sobbalzare i tecnici e che ieri ha provocato la reazione del sindaco Dario Nardella: Rispetto il Tar, tuttavia con la nostra avvocatura valuteremo il ricorso al Consiglio di Stato per veder validare le nostre ragioni, perch siamo convinti del lavoro fatto.

un nuovo fronte che si apre in un settore e in un'area della citt molto particolari, tanto da imporsi come uno dei primi motivi di preoccupazione della nuova assessora allo sviluppo economico Cecilia Del Re. Ad ottenere ragione dal tribunale amministrativo regionale il ristorante Le Botteghe di Donatello, sul retro, angolo via dei Servi, che in questi anni non ha peraltro mai smontato la sua pedana. Ma la conseguenza a catena potrebbe riguardare anche tutti gli altri locali della piazza che non hanno potuto rimettere le pedane e si sono dovuti accontentare di sedie e tavoli direttamente sul selciato.

La vicenda in effetti intricata. Tutto cominciato nel 2015, quando il ristorante Le Botteghe di Donatello si visto negare la chance di rimettere in strada la pedana per cui aveva sostenuto spese per decine di migliaia di euro solo qualche anno prima. Sulla base di una mutata sensibilit rispetto al 2011 il Comune nel 2015 ha in effetti cambiato idea. Non una giravolta in autonomia: Palazzo Vecchio nel 2011 ha autorizzato le pedane sulla base di un concorso e di una nuova disciplina che fu Nardella da assessore della giunta Renzi a curare. Nel 2014 ha stretto un accordo con la Soprintendenza per la tutela di zone particolari come piazza Duomo e non solo, ha pure maturato la convinzione della saturazione di pedane nell'area centrale della citt. Per questo nel 2015 le 14 pedane comparse dal 2011 in poi sono state cacciate dal Duomo. Compresa quella delle Botteghe di Donatello. Al posto dei dehors solo sedie e tavoli, rimovibili nelle ore notturne.

STOP AND GO

Prima s, poi no, poi di nuovo s. La sorte dei dehors in piazza del Duomo segue l'alternarsi di decisioni di Palazzo Vecchio e del Tar Un provvedimento che ha sollevato la rabbia dei locali coinvolti, che hanno fatto sempre protestato col Comune per il fatto di essere cacciati mentre il dehors di un unico locale, Scudieri, non veniva toccato.

Ora il Tar apre la porta al ritorno di quelle pedane e in tanti hanno gi annunciato al Comune ieri che rimonteranno. Del resto il Tar ha annullato gli atti che sancirono la cacciata. Con parole che preoccupano e non poco Palazzo Vecchio. I giudici di fatto bocciano l'assenza di motivazioni generali circa la scelta di togliere i dehors dal Duomo. E non solo. Reputano insufficiente l'intesa con la Soprintendenza circa l'impatto delle pedane come motivazione. Paghiamo gli errori di Renzi e Nardella, protesta Grassi di Sinistra Italiana. Chi deve in effetti pagare sono Comune e Soprintendenza: 4 mila euro a testa di spese legali.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news