LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma, un gigante al Foro: la testa di Costantino
Rita Sala
Il Messaggero, Roma, 26/7/2005

La vedremo dopodomani da vicino e ripulita dal terriccio che la ricopre. Era inastata in una cloaca nella zona di confine tra il Foro di Traiano e quello di Augusto. Di grandi dimensioni, alta oltre sessanta centimetri, rivela il sembiante (il professore Eugenio La Rocca non ha avuto esitazioni) dell'imperatore Costantino. Risale, con ogni probabilit, all'epoca della famosa battaglia del ponte Milvio (312 d.C), che vide di fronte Costantino e Massenzio e la vittoria schiacciante del primo.
Si tratta della testa imperiale in marmo bianco di Carrara che lo scavo sistematico dei Fori ha appena restituito a Roma e a quanti continuano a credere nella possibilit di arrivare, in zona, a tesori inediti. L'eccezionale ritrovamento smentisce infatti, una volta di pi, gli studiosi che hanno criticato le ricerche in atto nel complesso archeologico da undici anni a questa parte, sostenendo che dai Fori si sarebbe gi appreso tutto il possibile. la prima volta, inoltre, che si giunge alla testimonianza di una statua di notevoli dimensioni raffigurante un imperatore del periodo tardo antico.
L'area del ritrovamento, riportata alla luce dal fondatore dell'archeologia moderna, Johann Joaquim Winckelmann, nel 1756, tornata oggetto di scavo grazie alla spinta, concretamente sostenuta da adeguati finanziamenti, dell'assessorato alle Politiche culturali del Comune, retto da Gianni Borgna. E non a caso il sindaco Veltroni, dopodomani, proprio con Borgna presenter il reperto urbi et orbi. Una soddisfazione immensa - commenta l'Assessore -. In undici anni, cio da quando si cominci a lavorare nel Foro di Nerva, i Fori non sono stati avari con chi li ha giudicati uno scrigno ancora capace di celare dei gioielli. Tra le scoperte pi recenti, ricordiamo la statua del guerriero Dacio, che avrebbe fatto parte di un complesso monumentale pi ampio, e i marmi pregiati riportati alla luce sul pavimento della Basilica Ulpia. Tornando alla testa di Costantino, ci siamo chiesti come sia finita nel condotto fognario, il principale del Foro: per una damnatio memoriae, ipotizzano gli esperti, o nascosta da chiss chi, per chiss quali motivi.
Ravvisare il sembiante dell'imperatore stato facile perch la scultura assomiglia moltissimo al Costantino dei Musei Capitolini.
Il prezioso reperto, in buono stato di conservazione, si pensa sia stato ottenuto dalla lavorazione di un ritratto imperiale precedente. Dobbiamo ai depositi fangosi e agli scarichi di materiale ceramico di et medievale che hanno imprigionato la cloaca, se ritorna a noi quasi intatto. Assodato che non cadde nella fogna, bens vi fu introdotto, bisogna davvero pensare al calo di popolarit patito nel 326 d.C. da Costantino, cristiano, in una Roma ancora largamente pagana. Oppure, all'uso di spurgare le fogne trascinandovi a forza oggetti di mole massiccia. Comunque sia, il Foro continua ad offrire la traccia giusta a chi sostiene che rinserri, e possa rivelare agli archeologi che continuano a scavarlo, altre sculture di grandi dimensioni, sempre relative agli imperatori e ai membri della loro famiglia. E Roma non fa che rispondere all'imperativo virgiliano del pacisquc imponere morem, parcere subiectis et debellare superbos.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news