LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ATENE-La lezione del Partenone: c chi dice no
Tomaso Montanari
www.emergenzacultura.org, 17/02/2017

Ieri le agenzie hanno battuto una notizia che riconcilia con lumanit: la Grecia ha detto no alla Gucci, che aveva chiesto di realizzare, e filmare, una sfilata di moda sullAcropoli. Il particolare che rende clamorosa questa notizia che la Gucci aveva offerto in tutto 56 milioni di euro (tra affitto e diritti televisivi).
Come ogni fiorentino immediatamente comprende, questa notizia ci riguarda: anzi, parla di noi. Non soloperch la Gucci fiorentina: ma perch fiorentinissima, purtoppo, la mentalit che ha indotto la griffe ad avanzare quella richiesta.
E allora leggiamo le motivazioni di quel no. La Commissione Archeologica greca cui spettava la decisione ha scritto che: Il valore e il carattere dellAcropoli incompatibile con un evento di questo tipo. E il direttore del Museo dellAcropoli Dimitris Pantermalis ha aggiunto: Non abbiamo bisogno di pubblicit. Il simbolismo del monumento sarebbe svilito usandolo solo come sfondo per una sfilata di moda.
Su un giornale di ispirazione moderata Kathimerini, che esce in inglese con ledizione internazionale dellHerald Tribune il poeta Pantelis Boukalas ha commentato la decisione con parole altissime. Parole che, lette da questa Firenze, fanno sanguinare il cuore: Il Partenone parte del patrimonio culturale dellumanit non solo perch bello, ma perch un luminoso simbolo di democrazia. Lultimo tentativo di umiliarlo stata una richiesta della casa di moda Gucci di tenere una sfilata di moda sullAcropoli, usandolo come sfondo. Largomento a favore sarebbe che ci promuoverebbe la libert dellespressione artistica e linnovazione creativa. Questa artificiosa giustificazione non riesce a spiegare perch la libert artistica dovrebbe passare attraverso la sottomissione di uno dei pi grandi simboli dellumanit a interessi commerciali. Il valore simbolico del Partenone stato minacciato anche quando stato recentemente chiuso al pubblico in occasione della visita del presidente americano Barack Obama, ma il danno sarebbe esponenzialmente pi grande se il monumento fosse usato come fondale di un evento commerciale.
Largomento che esso beneficerebbe dellenorme compenso o della pubblicit dellevento solo il travestimento di un cinismo abbietto.
Insomma: c chi dice no. Ed commovente che questo no venga da Atene, culla di ogni idea di democrazia. Da unAtene in tali condizioni economiche da rendere ancora pi ammirevole la dignit di questo no. E la nuova Atene (cos si alludeva alla Firenze del Magnifico)? La nostra povera Atene gi in vendita da un pezzo, e per cifre incredibilmente ridicole, al confronto con i 56 milioni inutilmente offerti dalla Gucci.
Non solo Matteo Renzi, Dario Nardella o Eike Schmidt, ma temo molti fiorentini, non riescono a pensare Ponte Vecchio, a Santa Maria Novella o a Palazzo Pitti come ad un patrimonio dellumanit che non pu essere sottomesso a interessi commerciali senza svilirlo, e, in ultima analisi, eroderlo irreparabilmente.
Ma non mai troppo tardi per invertire la rotta.
Repubblica Firenze, 16 Febbraio 2017



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news