LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - PALME - Sala: palme in Duomo? Non sono entusiasta ma c' stato un bando
16 febbraio 2017 LA REPUBBLICA

La foresta tropicale continua a far discutere Milano. E dopo 24 ore di commenti, battute, ironie rimbalzate sul web e i social sul palmizio spuntato sotto la Madonnina, la Lega e Forza Italia buttano definitivamente in caciara il dibattito sul nuovo look esotico di piazza Duomo. Durante il Consiglio comunale l'irruzione di maxibanane gonfiabili sollevate al centro della sala dai consiglieri di centrodestra interrompe la discussione sul bilancio, mentre la lega sventola poster con cammelli. Nemmeno io sono entusiasta ammette Sala ma il mio giudizio vale come quello dei cittadini. stato fatto un bando e la Soprintendenza si espressa in maniera positiva.


Stanno crescendo sotto ai suoi occhi, insieme alle polemiche. Il caso palme (e banani) in piazza Duomo a Milano diventa politico. E il sindaco Giuseppe Sala, bersaglio delle forti proteste del centrodestra si trova a intervenire in consiglio comunale per dire "non sono proprio entusiasta". Centinaia, migliaia di commenti sul web, batture, freddure e anche apprezzamenti per l'azzardo e i richiami storici: la nuova installazione scatena il dibattito. E a Palazzo Marino, nel pomeriggio, fanno irruzione gialle banane gonfiabili. Perch l'idea che sta dietro al progetto serve all'opposizione per attaccare Sala sulla questione migranti. Salvini: "I clandestini si sentiranno a casa".

IL SONDAGGIO: PALME IN PIAZZA DUOMO, SI' O NO?

Il sindaco. "Non sono cos entusiasta dell'idea delle palme ma c' stato un bando e la sovrintendenza si espressa in modo positivo. La mia opinione in questo momento vale tanto quanto quella di un cittadino milanese. Vediamo come reagiranno le persone e per il momento sospendo il giudizio". Cos aveva spiegato anche su Instagram il sindaco. Commentando le critiche sollevate dal centrodestra, che parla di "atto di violenza" nei confronti della "sacralit di piazza Duomo", Sala in aula ha aggiunto: "Qui si evocano sacralit e violenza ma la religione per me vuol dire un'altra cosa, cio un atteggiamento cristiano di accoglienza che rafforza e fortifica i valori milanesi". Sala ha richiamato i consiglieri alla discussione sul bilancio "che deve essere approvato per il bene dei cittadini. Lavoriamo sul bilancio, anche se non voglio scappare da questa discussione. Ma c' stata una procedura noi abbiamo considerato dirimente il parere della sovrintendenza".

Le banane gonfiabili. I consiglieri comunali di Forza Italia hanno protestato sventolando delle maxi banane gonfiabili "contro lo scempio in piazza Duomo". A guidare la protesta stato il capogruppo Gianluca Comazzi. Ed suo il riferimento alla spiritualit: "E' mai possibile che piazza Duomo, la piazza pi
sacra della nostra citt, sia stata vittima di uno scempio architettonico ed estetico e sia stata profanata in questo modo?". "Dobbiamo ascoltare le proteste che migliaia di milanesi stanno facendo in queste ore - ha aggiunto - e chiedo che la questione venga affrontata in consiglio comunale". Una banana gonfiabile stata consegnata anche al sindaco Giuseppe Sala. Nel frattempo, sui banchi della Lega Nord sono comparsi dei poster con disegnati dei cammelli.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news