LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Dal mare di Gela spuntano lingotti di oricalco, il metallo di Atlantide
di Alessandro Chetta
Corriere della Sera, Catania

Sono 47, scoperti di fronte al litorale di contrada Bulala dai sommozzatori della Guardia di finanza di Palermo in collaborazione con la Sovrintendenza al mare. Prelevati anche altri reperti: due elmi corinzi, anfore e unampolla massaliota


CALTANISSETTA - La materia di cui sono fatti i sogni o, restando sul poetico, il metallo di cui era piena la mitica Atlantide di cui favoleggi Platone. Ben quarantasette lingotti di oricalco, preziosa lega di rame e zinco la cui fama anche legata al continente scomparso, sono stati ritrovati nel mare di Gela, in provincia di Caltanissetta. Un fondale stracolmo di tesori, secoli fa crocevia obbligato delle rotte commerciali (e militari) mediterranee. Diversi pezzi sono riaffiorati stamane, venerd, grazie alloperazione dei sommozzatori del reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Palermo in collaborazione con la Sovrintendenza al mare. Di fronte al litorale di contrada Bulala, a est della citt, sono stati recuperati due elmi corinzi, unampolla massaliota, ovvero dellantica colonia greca di Marsiglia, in Francia, unanfora arcaica e, appunto, 47 lingotti di oricalco, il cosiddetto metallo di Atlantide. Altri 39 lingotti erano stati recuperati nel dicembre 2014, frutto di una scoperta unica nel suo genere per lintero Mediterraneo. Il materiale risalirebbe al periodo tra il VII e il VI secolo avanti Cristo.



Dobbiamo impedire il saccheggio del nostro mare e tutelare il patrimonio storico e culturale che nella sua sabbia si conserva, ha detto il procuratore di Gela, Fernando Asaro, durante la conferenza stampa convocata per illustrare il ritrovamento e il sequestro del materiale recuperato. Ma noi possiamo solo fare prevenzione e repressione dei reati - ha aggiunto il Asaro - perch il recupero, la tutela e la valorizzazione dei reperti spetta ad altri.

Tre relitti di navi arcaiche

E Adriana Fresina, della Sovrintendenza al mare, ha ricordato che quellarea sottomarina antistate contrada Bulala, custodisce tre relitti di navi arcaiche e quindi una preziosa, inestimabile miniera di reperti archeologici.

Problema fondi e campagne di ricerca

Mancano le risorse finanziarie, ha lamentato Nicol Bruno, della sovrintendenza al mare, che ha voluto ringraziare per le scoperte di Gela il sub Francesco Cassarino, e il Club Unesco che ha finanziato il restauro e lesposizione dei reperti nonch la permanenza degli esperti della stessa sovrintendenza. Il problema sono, al solito, i quattrini. Tutti auspicano lavvio di campagne di ricerca. I progetti sarebbero pronti ma non sono mai stati finanziati.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news