LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Va all'asta un autografo musicale di Verdi conservato a Bologna
30 gennaio 2017 LA REPUBBLICA



Appartiene a Andrea Reverberi, nipote del direttore d'orchestra Mario Mancini, ed una riscrittura della Scena e Cavatina di Oronte, da "I Lombardi alla prima crociata"

Va all'asta un autografo musicale di Verdi conservato a Bologna
Una pagina dell'autografo musicale di Verdi conservato a Bologna
Va all'asta domani a Firenze, battuto dalla casa antiquaria Gonnelli, il manoscritto autografo di Giuseppe Verdi rinvenuto dal bolognese Andrea Reverberi tra le cose lasciategli dal nonno il direttore d'orchestra Mario Mancini, che fu anche segretario dell'Accademia Filarmonica di Bologna. E' l'antica istituzione il cui archivio conserva, peraltro, l'autografo dell'Esperimento che Wolfgang Amadeus Mozart consegn il 9 ottobre 1770 ai censori della classe dei Maestri Compositori per essere aggregato alla prestigiosa Accademia.
Ne d notizia l'edizione nazionale de "Il Resto del Carlino".
Si tratta, come riporta online il sito della casa d'aste fiorentina, della Scena e Cavatina di Oronte "Eterna fe' che il vero", nuova cabaletta, dall'opera "I Lombardi alla prima Crociata". L'autografo, una partitura d'orchestra, non firmato n datato, ma risale al 1848. Si compone di otto pagine, manoscritte a inchiostro nero su carta leggera usata all'epoca per la spedizione. Al recto del margine destro della prima carta si legge, di altra mano, "Questo pezzo scritto dal Celebre Maestro Sig.r Giuseppe Verdi". Il suo valore stimato tra 25mila e 50mila euro.

Si legge ancora nel sito di Gonnelli che questa terza versione dell'Allegro e Cabaletta di Oronte contenuta nel secondo atto de "I Lombardi alla prima crociata", rappresentata la prima volta al Teatro alla Scala di Milano nel 1843, venne composta da Giuseppe Verdi a Parigi nel 1848 e inviata al tenore Nicola Ivanoff per una rappresentazione a Roma probabilmente mai realizzata. Sulla prima carta, prima dell'inizio della partitura, Verdi scrive "Dopo l'Andante". Il brano inizia con
un "Allegro", il tempo di mezzo per Sofia e Oronte "Oh ma pensa che non puoi"; segue la Cabaletta di Oronte "Eterna fe' che il vero". Le carte sono state studiate, riprodotte in facsimile e pubblicate in partitura, nell'annuario "Studi verdiani, 19" (2005) dal musicologo David Kimbell. Il manoscritto stato recentemente notificato come bene culturale di particolare interesse nazionale dalla Soprintendenza Archivistica.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news