LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Va all'asta un autografo musicale di Verdi conservato a Bologna
30 gennaio 2017 LA REPUBBLICA



Appartiene a Andrea Reverberi, nipote del direttore d'orchestra Mario Mancini, ed una riscrittura della Scena e Cavatina di Oronte, da "I Lombardi alla prima crociata"

Va all'asta un autografo musicale di Verdi conservato a Bologna
Una pagina dell'autografo musicale di Verdi conservato a Bologna
Va all'asta domani a Firenze, battuto dalla casa antiquaria Gonnelli, il manoscritto autografo di Giuseppe Verdi rinvenuto dal bolognese Andrea Reverberi tra le cose lasciategli dal nonno il direttore d'orchestra Mario Mancini, che fu anche segretario dell'Accademia Filarmonica di Bologna. E' l'antica istituzione il cui archivio conserva, peraltro, l'autografo dell'Esperimento che Wolfgang Amadeus Mozart consegn il 9 ottobre 1770 ai censori della classe dei Maestri Compositori per essere aggregato alla prestigiosa Accademia.
Ne d notizia l'edizione nazionale de "Il Resto del Carlino".
Si tratta, come riporta online il sito della casa d'aste fiorentina, della Scena e Cavatina di Oronte "Eterna fe' che il vero", nuova cabaletta, dall'opera "I Lombardi alla prima Crociata". L'autografo, una partitura d'orchestra, non firmato n datato, ma risale al 1848. Si compone di otto pagine, manoscritte a inchiostro nero su carta leggera usata all'epoca per la spedizione. Al recto del margine destro della prima carta si legge, di altra mano, "Questo pezzo scritto dal Celebre Maestro Sig.r Giuseppe Verdi". Il suo valore stimato tra 25mila e 50mila euro.

Si legge ancora nel sito di Gonnelli che questa terza versione dell'Allegro e Cabaletta di Oronte contenuta nel secondo atto de "I Lombardi alla prima crociata", rappresentata la prima volta al Teatro alla Scala di Milano nel 1843, venne composta da Giuseppe Verdi a Parigi nel 1848 e inviata al tenore Nicola Ivanoff per una rappresentazione a Roma probabilmente mai realizzata. Sulla prima carta, prima dell'inizio della partitura, Verdi scrive "Dopo l'Andante". Il brano inizia con
un "Allegro", il tempo di mezzo per Sofia e Oronte "Oh ma pensa che non puoi"; segue la Cabaletta di Oronte "Eterna fe' che il vero". Le carte sono state studiate, riprodotte in facsimile e pubblicate in partitura, nell'annuario "Studi verdiani, 19" (2005) dal musicologo David Kimbell. Il manoscritto stato recentemente notificato come bene culturale di particolare interesse nazionale dalla Soprintendenza Archivistica.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news