LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Al restauro dei Musei Vaticani le opere colpite a Norcia dal sisma
http://it.radiovaticana.va/news/2017/01/26/al_restauro_musei_vaticani_opere_colpite_dal_sisma_a_norc

I Musei Vaticani scendono in campo per restaurare gratuitamente alcune opere darte dellarchidiocesi di Spoleto-Norcia colpite dal terremoto dello scorso 24 agosto. Lannuncio stato dato dopo la visita della nuova direttrice dei Musei Vaticani, Barbara Jatta, presso il deposito del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali di Spoleto dove sono custodite le opere lesionate dal sisma e dal quale sono stati prelevati otto pezzi, tra cui il pinnacolo con la croce della Basilica di San Benedetto. Federico Piana ne ha parlato con mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia:

R. Bisogna dire che, prima ancora di questa iniziativa, i Musei Vaticani con alcune squadre di specialisti e restauratori si sono resi disponibili nei mesi scorsi al recupero di queste opere darte che erano ormai sommerse dalle macerie. Insieme ai Vigili del fuoco hanno realizzato unopera meravigliosa che ha permesso di ritrovare delle opere preziose che altrimenti sarebbero andate perdute. Adesso tutte le opere recuperate sono custodite in un deposito di sicurezza del ministero dei beni culturali qui a Spoleto. proprio di ieri la visita del dottoressa Jatta, direttore dei Musei Vaticani, che insieme con la soprintendente per la Regione Umbria hanno visitato il deposito ed hanno scelto alcune opere particolarmente significative, provenienti da ognuno dei Comuni toccati dal terremoto. Potremmo dire che i Musei Vaticani hanno preso in carico, hanno adottato, queste opere, le restaurano per poterle restituire alle popolazioni che trovano in questi lavori non solo unespressione dellarte, ma soprattutto, unespressione della fede dei padri.

D. Quante opere sono state danneggiate durante le scosse di terremoto?

R. Il calcolo diventa molto difficile. Posso dire che nel deposito di cui parlavo prima, sono raccolti oltre duemila pezzi. Questo non significa che si tratta di duemila opere complete; ci sono anche i frammenti dei rosoni delle chiese crollate, alcuni pezzi di capitello, Per le tele, le statue, i reliquiari sono numerosi; tutti, in qualche modo, sono stati danneggiati.

D. - un segno di vicinanza di Papa Francesco?

R. - Certamente. Mi piace vedere sia nellinvio dei Vigili del fuoco prima di Natale, sia nella collaborazione dei Musei Vaticani, un ulteriore segno della sollecitudine e dalla preoccupazione del Papa per queste popolazioni. Mentre da un parte diventa indispensabile ed urgente provvedere alle case per la ripresa di una vita per quanto possibile normale penso dunque alle abitazioni, ai luoghi di lavoro, ai luoghi della vita sociale, quelli della vita ecclesiale, non c una sola chiesa in tutta la zona che sia disponibile in questo momento - dallaltra unattenzione anche a queste opere che raccontano la storia di queste popolazioni che certamente lo dicevo prima una storia di fede. Mi sembra unattenzione anche a questo aspetto: ci dice come il Papa vuole il bene integrale delle persone e lo manifesta anche attraverso questi segni.

D. Com la situazione nelle zone colpite dal terremoto in questo momento?

R. C una situazione di precariet, di incertezza perch questa gente da oltre cinque mesi ormai convive quasi quotidianamente con le scosse pi o meno intense del terremoto. dunque questo influisce sullo stato danimo. C una stanchezza interiore, ma nello stesso tempo una grande forza.

D. - Per le chiese distrutte, cosa si potr fare?

R. - Bisogner fare una seria riflessione con tutti gli enti coinvolti per vedere come, dove, se ricostruire, con quali criteri, tenendo conto non solo della dimensione artistica e storica, ma anche di quella vitale, cio quali sono le comunit vive. Non possiamo fare delle cattedrali nel deserto, ricostruire per il gusto di ricostruire. Dobbiamo fissare delle priorit e tentare di portare avanti un discorso che sia efficace, immediato e che produca dei frutti visibili.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news