LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TORINO-Larmatura restaurata del guerriero giapponese torna allArmeria Reale
Emanuela Minucci
La Stampa, 26/01/2017

Era mezzo secolo che questo samurai non si faceva vedere dalle parti di piazza Castello. Ora, grazie al restauro finanziato da Intesa Sanpaolo, la sua splendida armatura di nuovo esposta ai Musei Reali. Il suo nome originale Kebikiasagiodoshihon-kozane do-maru. Tradotto dal giapponese significa armatura composita del tipo do-maru a fettucce di seta azzurra. Dopo il restauro realizzato nellambito del programma a tutela del patrimonio artistico nazionale Restituzioni, larmatura B.53, uno dei tre pezzi completi giapponesi entrate a far parte delle collezioni dellArmeria Reale nellOttocento, torna a casa. Il suo recupero stato presentato ieri ai Musei Reali dalla direttrice Enrica Pagella, il responsabile dei Beni Culturali di Intesa Sanpaolo Michele Coppola, il prefetto Renato Saccone, Mario Epifani della sovrintendenza e una delle responsabili del restauro Alessandra Curti.

Realizzata assemblando elementi databili tra il XV e il XVIII secolo, la suddetta armatura fu donata dallimperatore del Giappone Meiji a Vittorio Emanuele II nel 1869, a tre anni dalla firma del trattato di amicizia e commercio tra il Regno dItalia e lImpero giapponese, ratificato a Edo, lodierna Tokyo. Nel catalogo dellArmeria del 1890 larmatura, identificata col numero B.53, era descritta come guerriero giapponese, a piedi, armato di tutto punto e cos riprodotta nellalbum fotografico pubblicato nel 1898. Come ai tempi della sua esposizione in Armeria alla fine dellOttocento, larmatura presentata in piedi (su un nuovo supporto realizzato ad hoc, come se dentro ci fosse il guerriero) insieme con lindispensabile corredo del samurai, la spada lunga o katana, identificata con lanima stessa del proprietario, simbolo del suo onore e del suo ruolo sociale.


LEGGEREZZA E AGILITA

Larmatura del tipo dō-maru, apparato difensivo leggero utilizzato per lo scontro a piedi. Le diverse parti (elmo, maschera, corazza con spallacci, bracciali, scarsella, cosciali, schinieri, pantaloni e calzature) sono caratteristiche della tradizione militare giapponese tra XII e XIX secolo e rispondono alla necessit di garantire a un tempo resistenza, impermeabilit ed elasticit. La libert di movimento consentita dalle file di lamelle in cuoio o metallo laccato e dorato (kozane), unite tra loro da fettucce di seta azzurra e arancio (odoshi), contrappone la struttura di questarmatura a quella decisamente pi rigida delle coeve armature occidentali, conferendole un senso di leggerezza e di raffinata eleganza.

La cura e la ricchezza della realizzazione, la scelta dei materiali impiegati (acciaio, oro, argento, rame, legno policromo, lacca, cuoio, pelle, seta, canapa) e le peculiari scelte cromatiche indicano la destinazione a un personaggio di rango elevato.


IL RECUPERO

Il risultato del restauro della complessa armatura, costituita da materiali diversi, dalla seta alla pelle e alle leghe metalliche, gi stato presentato nel 2016 presso le Gallerie dItalia di Milano in occasione della mostra La bellezza ritrovata. Non pi esposta in Armeria da quasi cinquantanni, ora torna nella sala della Rotonda in una nuova vetrina super-tecnologica realizzata per garantirne la conservazione e la fruizione da parte dei visitatori dei Musei Reali. Lesposizione dellarmatura inserita tra gli eventi delle celebrazioni ufficiali per il 150 anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, avviate con il Trattato di Amicizia e di Commercio firmato il 25 agosto 1866.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news