LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAGLIARI-Beni culturali da Stato a Regione, Erriu incontra Commissione Paritetica
www.regione.sardegna.it, 27/01/2017

Lassessore degli Enti locali Cristiano Erriu ha incontrato i rappresentanti nominati dalla Giunta regionale nella Commissione paritetica Stato-Regione per lattuazione dellarticolo 14 dello Statuto Sardo, prevista sin dal 2008 ma mai costituita prima dora. La Commissione, che si deve occupare del passaggio di beni con vincolo storico-culturale non pi funzionali per lAmministrazione statale, composta da due esperti nominati dal Governo (Gabriella Iacobacci del Ministero dellEconomia e delle Finanze e Antonio Parente del Mibact) e due nominati dalla Regione (il costituzionalista Pietro Ciarlo e il direttore del Dipartimento di Architettura dellUniversit di Cagliari, Antonio Tramontin).
Erriu ha illustrato gli indirizzi di lavoro per far pervenire al pi presto al patrimonio regionale una serie di beni di interesse culturale che sono ancora in capo allAgenzia del Demanio (tra cui i fari costieri), individuati in un allegato dellAccordo di programma siglato nel 2008. Per procedere al trasferimento occorre il nulla osta della Commissione paritetica, che valuter se esiste ancora un eventuale vincolo storico-culturale.
Si tratta spiega lassessore Erriu di un passaggio fondamentale per consentire alla Regione di acquisire importanti beni da valorizzare al meglio, certamente in raccordo con le Sovrintendenze e con altri organi dello Stato centrale, ma aprendo anche a altri soggetti privati e pubblici in grado di contribuire al raggiungimento degli obiettivi.
In questo, come per altri immobili gi di propriet della Regione prosegue Erriu pensiamo soprattutto alla concessione di valorizzazione, uno strumento di partenariato pubblico-privato che consente di sviluppare e valorizzare il patrimonio immobiliare pubblico attraverso lassegnazione a primari operatori privati del diritto di utilizzare gli immobili a fini economici per un periodo determinato di tempo, a fronte della loro riqualificazione, riconversione funzionale e manutenzione ordinaria e straordinaria. Attraverso lo strumento della concessione, linvestitore privato non grava il proprio business plan dei costi per lacquisto degli immobili che rimangono di propriet pubblica, mentre la Regione, oltre ad incassare un canone per lintera durata della concessione, risparmia gli oneri improduttivi di vigilanza, custodia, messa in sicurezza, manutenzione e riattiva nel contempo circuiti virtuosi di trasformazione urbana e sviluppo locale.
La durata della concessione, precisa Erriu, commisurata al raggiungimento dellequilibrio economico-finanziario del piano degli investimenti e della connessa gestione, per un periodo di tempo comunque non eccedente i 50 anni. Alla scadenza della concessione, la Regione rientra automaticamente nella piena disponibilit degli immobili concessi in uso, con lacquisizione di ogni trasformazione, miglioria, addizione e accessione ad essi apportate. Lindividuazione dei concessionari privati prevede il ricorso a procedure di evidenza pubblica, tra investitori ed operatori dotati di idonei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi e con esperienza pluriennale nella progettazione di qualit e nei settori commerciali e gestionali individuati per luso degli immobili. Il canone della concessione determinato secondo valori di mercato, tenendo conto degli investimenti necessari per la riqualificazione e riconversione degli immobili e della ridotta remunerativit iniziale delloperazione.



news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news