LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, "i privilegiati del quartierino": affitti bassi in ville medicee e a Boboli, s'indaga per il danno erariale
di LUCA SERRANO' e LAURA MONTANARI
23 gennaio 2017 LA REPUBBLICA

I funzionari della soprintendenza affittavano 130 metri quadrati in piazza Pitti a 335 euro al mese contro un valore di mercato di 1.700. I beneficiari? Altri dipendenti e parenti di questi. E Grifoni, segretaria regionale Mibact: "Sono case sottoposte a molte restrizioni"


I "privilegiati del quartierino" a Firenze adesso si preoccupano. Per anni hanno beneficiato di appartamenti in ville medicee e di pregio, a Boboli e a Palazzo Pitti presi in affitto dalla soprintendenza a prezzi molto bassi. Cos bassi, che nelle carte dell'inchiesta risultano in media cinque volte inferiori rispetto ai canoni del mercato. In media, significa che qualcuno supera anche quella soglia. Edifici all'interno del Giardino di Boboli, attigui alle ex scuderie reali, alle "pagliere" o dentro il parco dell'ex Villa Reale di Sesto. E' cos che la Corte dei Conti ha formulato l'accusa di danno erariale. Si ipotizza che le casse dello Stato ci abbiano rimesso fino a tre milioni di euro nel periodo che va dal gennaio 2012 al marzo 2016 e prima ancora, dal 2007, ma il danno oramai prescritto, addirittura otto milioni di euro. Nei giorni scorsi la guardia di finanza ha notificato due inviti a dedurre per altrettanti funzionari della sovrintendenza fiorentina. Gli affitti valutati inferiori ai costi di mercato riguardano una settantina di appartamenti di propriet dello Stato. Sar interessante conoscere l'elenco dettagliato di chi ha usufruito di quei canoni di favore e capire come e perch nascono certi privilegi. Ad aggravere il quadro c' anche il richiamo del ministero dei Beni culturali che gi nel 2010 effettuando una ispezione in soprintendenza rilevarono "il mancato aggiornamento dei canoni nonch l'irregolare assegnazione di alloggi demaniali a personale dell'amministrazione collocato a riposo, ovvero a loro eredi". Carte che pure restano inascolate, chiuse in qualche cassetto e lasciate alla polvere.

I finanzieri hanno segnalato alla procura regionale toscana della Corte dei conti, come presunti responsabili del danno, due dipendenti della Soprintendenza Archeologica, belle arti e paesaggio per Firenze, Pistoia e Prato. Gli immobili finiti sotto accusa sono in gestione alla Soprintendenza e situati tutti in luoghi di alto pregio come Palazzo Pitti-Giardino di Boboli, e nelle ville medicee della Petraia e di Poggio a Caiano (in provincia di Prato).

Gli appartamenti sono stati affittati dai due dipendenti per lo pi ad altri dipendenti della soprintendenza e a loro familiari. Tra i casi pi clamorosi un appartamento in piazza Pitti di 130 metri quadrati affittato a 335 euro al mese contro un valore di mercato di 1.700, un altro caso nel piazzale di Porta Romana una residenza di 320 metri quadrati affittata a 800 euro al mese contro un valore di mercato di 2.400 euro. E' cos che la soprintendenza alle belle arti di Firenze destinava il patrimonio che aveva in gestione: appartamenti e immobili in palazzi e luoghi di alto pregio del centro storico. Per questo la procura regionale della Corte dei Conti ha 'invitato a dedurre' due funzionari della stessa Soprintendenza rispetto a un danno erariale da circa 3 mln di euro.

Le verifiche della guardia di fiananza hanno riguardato 70 immobili, gli accertamenti sono iniziati nei primi mesi del 2016. Le indagini, particolarmente laboriose, sono state svolte dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria su delega della procura regionale della Corte dei Conti della Toscana diretta da Andrea Lupi e hanno focalizzato l'attenzione sulle modalit di concessione e il conseguente utilizzo in locazione degli appartamenti di propriet dello Stato e in consegna alla Soprintendenza. Dalle attivit ispettive, sviluppate anche con l'acquisizione di notizie e documenti nonch con l'incrocio di dati presso l'Agenzia delle entrate di Firenze e Prato (per quantificare la determinazione dei canoni di locazione), emerso che gli immobili sarebbero stati affittati a partire dal 2007 e sino agli inizi del 2016, dalla Soprintendenza a propri dipendenti - in servizio o in pensione - ed a loro familiari a prezzi di estremo favore

La difesa. "Si pagano, s, affitti che sono decisamente pi bassi di quelli di mercato, per sono anche case che per la natura degli spazi museali dove si affacciano, sono sottoposte a molte restrizioni: per esempio, per far entrare in visita, anche parenti, o medici occorre avvisare; nemmeno mezzi pubblici, neppure in caso di emergenza vista la natura dei luoghi possono entrare. Si abita in un museo. E si tenuti a provvedere in prima persona a tutta una serie di manutenzioni. E negli anni questi affitti sono stati rivisti e aumentati, non siamo certo nella stessa situazione della reggia di Caserta, dove, ho letto, si pagano 20 euro al mese". Cos riferisce all'Ansa il segretario regionale per il Mibact in Toscana, architetto Paola Grifoni, commentando l'indagine della procura regionale della Corte dei conti sul presunto danno erariale sugli affitti di immobili demaniali di pregio in ville medicee o affacciati sul giardino di Boboli a Firenze. Paola Grifoni ha spiegato che vive da "32 anni" in uno spazio di "neanche 60 metri quadri", proprio presso Boboli, e spende "quasi 500 euro di affitto al mese". Grifoni rigetta le etichette di "case dei vip", o affitti "troppo bassi" perch, dice, "bisogna definire quale lo standard". "Questa cosa va avanti da anni. Ci sono stati sopralluoghi, visite, indagini, soprattutto della stampa, sono state date notizie non vere". "Case dei vip? - continua - Ma si sa quanto prende, di stipendio, un dipendente della sovrintendenza che
abita l? Da 1.000 euro al mese, ai miei, 3.500, ma un compenso solo degli ultimi anni". "Nel mio appartamento, poi, ci sono forti obblighi di manutenzione e vincoli di ogni tipo - afferma ancora -. C' enorme umidit, ma non posso installarci un impianto di condizionamento; non posso usare il terrazzo per i vincoli architettonici; ci sono divieti di ogni tipo, in aggiunta a tutte le limitazioni cui accennavo prima"



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news