LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Bastano i vigili per salvare il capolavoro ormai feticcio Colosseo
Tomaso Montanari
www.emergenzacultura.org, 18/01/2017

FORSE dovremmo tutti darci una regolata: la mania del Colosseo sta, infatti, assumendo proporzioni preoccupanti. Il discorso pubblico sul patrimonio culturale italiano ormai completamente avvitato su questo grande feticcio della comunicazione globale. Ben consapevole che chi parla dellanfiteatro finisce sui giornali di tutto il mondo, stato il ministro Dario Franceschini a cominciare, con lannuncio della costruzione dellarena che trasformer il monumento in location di spettacoli mediatici e redditizi. Poi stata la volta della polemica antisindacale di Matteo Renzi, che fece di unassemblea (peraltro legittima e annunciata) dei lavoratori del Colosseo un casus belli che merit la convocazione apposita di un Consiglio dei ministri. Quindi, ed cronaca delle ultime settimane, arrivato lannuncio del clamoroso divorzio del Colosseo da Roma: una messa in proprio del grande business del feticcio che coster cos cara al patrimonio culturale della capitale da indurre il ministro a proporre lintroduzione di un pedaggio al Pantheon, in un dmino di mercificazione che avr il risultato di allontanare ancor di pi i romani dai loro monumenti. PERCH una cosa chiara: il diaframma di una biglietteria (dove, poi? Sotto il portico? Nel tempio perfetto? Nella piazza?) funzioner come una barriera respingente, prima ancora sul piano psicologico che su quello economico: anche una riconosciuta gratuit daccesso non esenter i residenti dalle file, con leffetto di un grande straniamento, per cui i romani saranno turisti in casa propria. E sotto il profilo urbanistico non c una cosa pi scellerata che separare una piazza da un monumento ad essa connesso da un portico: perch questa separazione nega ci che la storia e larchitettura avevano sapientemente unito. Io ricordo di essere entrato nel Pantheon ebbene s con il gelato in mano: nel pi ovviamente banale dei gesti estivi. E non forse questo sentirsi in casa propria il pi forte segnale di quella intimit che solo in Italia congiunge uomini e monumenti? Ma torniamo al Colosseo: ecco che, nelle ultime ore, le non memorabili gesta di due brasiliani, che hanno scavalcato la cancellata schiantandosi a terra, e di un graffito demenziale che si accanito sul monumento, inducono a prefigurare nientemeno che una zona rossa intorno al Colosseo: quasi che Roma sia una citt terremotata, o contaminata. In questa fascia, dice il soprintendente Francesco Prosperetti, si dovranno installare dissuasori dallaspetto compatibile. Ed davvero paradossale che la preoccupazione di quasi tutti coloro che avrebbero il compito di rendere pi permeabile, accessibile, desiderabile il Colosseo siano impegnati a pensare a come separarlo dalla citt, allontanandolo dai cittadini e anzi dissuadendo questi ultimi dallavvicinarsi troppo alle sue mura. E non si dica che lo si fa per proteggerlo dai vandali: solo questa smodata colosseomania pu indurre a sopravvalutare episodi certo sgradevoli, ma non drammatici. In un Paese in cui il patrimonio culturale terremotato ancora in gran parte abbandonato a se stesso, in cui capolavori celeberrimi si crettano nelle sale di uno dei principali musei, in cui le chiese monumentali e le necropoli sono esposte a una continua emorragia di furti da parte dei predoni del patrimonio nazionale, la scritta sul pilastro ottocentesco del Colosseo appare, francamente, irrilevante. Si pensi semmai (come in Piazza della Signoria a Firenze, piena di sculture delicatissime) a una discreta, ma continua, presenza della polizia municipale: e sono sicuro che il vicesindaco di Roma, Luca Bergamo, preferir destinare alcune unit a questo compito, piuttosto che trovarsi una zona rossa sotto il Campidoglio. Pi in generale, dovremmo davvero adesso smetterla di pensare, e parlare, per feticci: la sfida non isolare il Colosseo, ma come aveva ben capito Antonio Cederna ricucire Roma, e renderla camminabile nel percorso che va dai Fori allAppia antica senza barriere fisiche, amministrative o culturali. Come una cosa sola: come una cosa viva.

Repubblica Roma

18 gennaio 2017



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news