LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Larte non decorazione bens storia di un popolo
di Enri Lisetto
15 gennaio 2017 IL MESSAGGERO VENETO



Al museo i beni culturali danneggiati e restaurati dopo il terremoto del 1976 Commozione durante la proiezione delle immagini di quei drammatici giorni


Larte fa parte della nostra vita, non decorazione. La storia di un popolo ci ha consegnato un patrimonio che strumento di bellezza. Doveroso conservarlo, e la lungimiranza ha premiato. Applausi e commozione, ieri sera, al museo civico darte di Pordenone dove stata inaugurata la mostra Salvaguardia e restauro dopo il sisma del 1976, dove si sono rivissute le esperienze di protezione civile artistica post terremoto. Fu proprio il museo (oggi ristrutturato), allora, a fungere da grande ospedale delle opere darte dove, grazie alla lungimiranza di allora, si colse loccasione per recuperare quei patrimoni che, altrimenti, sarebbero andati persi per sempre. Non poteva andare cos, ha ribadito don Simone Toffolon, presidente della commissione arte sacra e beni culturali della diocesi perch, appunto, larte fa parte della nostra vita ed patrimonio di un popolo. Ed ecco perch la mostra in un luogo simbolicamente importante per tutta la provincia, ha detto lassessore alla cultura Pietro Tropeano, ovvero laddove giunsero tutte le opere in rovina per ri-uscirne, anche anni dopo, rimesse a nuovo grazie al restauratore Giancarlo Magri, del quale sono stati proposti alcuni filmati sui lavori di restauro di allora. Si espongono la storia, la realt, ma si espongono anche capacit e volont di ricostruire qualcosa che sembrava perduto, ha concluso Tropeano. Da quel museo di palazzo Ricchieri rifiorita la bellezza, sono state le parole di Elisabetta Francescutti, ispettore di zona della Soprintendenza. Una trentina di pannelli ripercorre un momento drammatico della nostra regione, ma da quel momento si ripartiti per ricostruire e valorizzare un patrimonio che non sempre era custodito nella maniera migliore. Opere ferite dal sisma e poi salvaguardate e tutelate, ha aggiunto don Simone Toffolon, e giustamente perch larte fa parte della nostra vita, non solo decorazione.

Ad illustrare la mostra, Roberto Castenetto, presidente del circolo Augusto Del Noce, Angelo Crosato, gi conservatore del museo darte e il restauratore Giancarlo Magri.

I giorni successivi al 6 maggio e al 9 settembre 1976 centinaia di opere furono portate nelle sale di Contrada Maggiore e allex convento di San Francesco per essere sottoposte a restauro ed essere poi restituite alle comunit di appartenenza. Antonio Forniz, appassionato cultore di storia dellarte locale e commissario straordinario del museo sino al 1981, e Giancarlo Magri, affiancati da rappresentanti della Sovrintendenza e nella prima fase anche dal restauratore Gino Marchetot, eseguirono centinaia di recuperi. Ad intervenire fu una sorta di protezione civile dellarte coordinata dallallora assessore Alvaro Cardin, delegato dal sindaco Glauco Moro allemergenza post terremoto.

In prima battuta le opere furono messe in sicurezza sul posto. Poi, con mezzi di fortuna vennero portate a Pordenone: brani di affreschi staccati, dipinti su tavole o tele, statue e altari lignei, arredi sacri e suppellettili. Quella tragedia diede modo s di restaurare, ma anche di far venire alla luce affreschi di cui non si conosceva lesistenza.

Un viaggio che si sviluppa in tutta la provincia: dalla chiesa di Santa Maria Assunta di Lestans a quella di Santa Maria maggiore di Cimolais e Spilimbergo; da San Simone e Giuda di Prata a Santa Maria delle Grazie di Andreis; dalla Santa Croce di Casarsa a San Floriano di San Giovanni di Polcenigo; ancora, San Remigio
di Cavasso Nuovo, Santa Lucia di Budoia, Santa Giuliana a Castello di Aviano, San Martino di Fanna, per fare solo qualche esempio. Fotografie e pannelli, anche alcuni scatti dei fotografi Aldo Missinato e Guido Monti.

La mostra resta aperta sino al 5 marzo.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news