LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISTOIA - Le Ville Sbertoli verso la vendita
di Fabio Calamati
16 gennaio 2017 IL TIRRENO


PISTOIA Il recupero delle ville Sbertoli , passer per la vendita dell'intero complesso delle nove ville (e degli altri edifici) che un tempo erano adibiti ad ospedale psichiatrico e che sono rimaste di propriet dell'Asl. Il soggetto che ne entrer in possesso potr contare su un ampliamento delle destinazioni d'uso attuali (socio-sanitarie, culturali e didattiche), prevedendo ad esempio di realizzare alloggi privati sull'altura di Collegigliato, fino ad un massimo di 50. Ma senza toccare gli edifici storici di valore rilevante, il cui recupero, anzi, dovr avere la priorit nel piano. Tutto questo lo afferma, nero su bianco, l'accordo di programma su "Pistoia capitale italiana della cultura 2017", tra la Regione, il Comune di Pistoia, la Provincia, l'Asl Toscana Centro, il Ministero dei beni culturali e la Soprintendenza ad archeologia e belle arti di Firenze-Prato-Pistoia. Sette articoli, approvati dalla giunta regionale a fine novembre, ma ancora in attesa di firma, che aggiornano l'accordo di programma sul recupero dell'ospedale del Ceppo del 2015 e che al futuro delle ville Sbertoli dedica uno dei 7 articoli di cui composto. Che il futuro delle ville Sbertoli avesse bisogno di robusti interventi esterni, Bertinelli lo aveva detto da tempo, annunciando anche che una soluzione sarebbe stata individuata nell'ambito della grande partita con la Regione su Pistoia capitale della cultura. L'idea da cui si parte che non ci sono risorse pubbliche sufficienti per garantire un futuro adeguato al grande complesso monumentale di Collegigliato. Oggi, del resto, le Ville sono inutilizzate e in gran parte abbandonate a s stesse, in cattive condizioni di conservazione. L'Asl ha sempre premuto per vendere, visto che tra questa operazione e la parte "profit" del recupero dell'ex ospedale del Ceppo, dovr pescare i 18 milioni di euro necessari a pagare la sua quota dell'operazione nuovo ospedale (costruzione del San Jacopo e recupero a scopi sanitari della parte pi recente del Ceppo). Non a caso giusto un anno fa la Regione inser anche le Ville Sbertoli nell'elenco dei beni da dismettere, propriet delle vecchie Asl. Disfarsene s, ma per far cosa? Gli strumenti urbanistici per le Sbertoli prevedono anche oggi funzioni non certo in grado di smuovere grandi investimenti. Ecco allora il tentativo di Comune e Regione di conservare l'equilibrio tra interesse collettivo e mercato: aprendo a funzioni pi appetibili (come la residenza) ma piazzando anche alcuni vincoli. Uno: priorit del piano di recupero restano "gli interventi di restauro degli edifici storici di rilevante valore", mentre l'uso residenziale potr essere previsto solo negli edifici di minor pregio. Due: il grande parco delle Ville rimarr pubblico e dovr essere realizzato e aperto prima di tutto il resto. Tre: il piano di recupero dovr essere presentato dal nuovo proprietario entro sei mesi dall'acquisto, facendolo redarre da professionisti di chiara fama. Quattro: il ricavato della vendita l'Asl lo dovr spendere innanzitutto per completare gli interventi sanitari sulla parte pi recente dell'ex Ceppo (e il restauro del giardino monumentale del Villone Puccini).



news

22-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news