LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Riforma Colosseo cos Roma antica perde 18 milioni
PAOLO BOCCACCI
13 gennaio 2017 LA REPUBBLICA



DALLE Terme di Caracalla alla Colonna Traiana, dall'Arco di Giano alla Piramide Cestia. Tutti i monumenti e le chiese tra le Mura Aureliane rischiano di ricevere meno fondi per la manutenzione. Cos, dopo l'annuncio del ministro Franceschini della nascita di un superpolo dei tesori del Centro, dal Colosseo al Palatino, dai Fori alla Domus Aurea, sganciati dalla soprintendenza stessa e affidati a un manager, i mal di pancia nelle stanze della cultura si sono trasformati in una vera e propria battaglia a viso aperto.

E il primo a scendere in campo stato l'assessore alla Cultura del Campidoglio, Luca Bergamo. Solo il 30% degli incassi del Colosseo dovrebbe servire per tutto, compreso il patrimonio non archeologico della citt. Ci significa meno risorse di oggi. Rispondendo cos a Franceschini che aveva affermato: Ora i fondi per Roma aumenteranno rispetto al passato.

Ma vediamo i numeri. Alla Soprintendenza archeologica di palazzo Massimo l'operazione coster il 70% dei 42 milioni che il bancomat dei biglietti dell'Anfiteatro Flavio ha messo fino ad oggi ogni anno nelle sue casse. Non solo. Prima, 10 dei 18 milioni che andavano ai concessionari sui 60 totali delle biglietterie, venivano spesi per la valorizzazione su progetti concordati indicati dalla Soprintendenza che, in questo modo, arrivava a 52 milioni. Di questi, 15 ne investiva su Colosseo e Foro, pi altri 4 di valorizzazione. I restanti 37 milioni circa venivano spesi in lavori, manutenzioni, allestimenti, restauri e ricerca sul patrimonio archeologico, ma anche su altro. Infatti l'ex Soprintendenza ai beni architettonici non aveva nemmeno un euro a disposizione per progetti e lavori.

Inoltre, nel 2016 il ministro preleva circa il 20% dei 42 milioni per un fondo di solidariet per gli altri siti della cultura. Mentre dal 2017 alla Soprintendenza per l'intera Roma, a esclusione di Colosseo, Domus Aurea, Foro Romano e Palatino, verr assegnato circa il 30% di 36 /37 milioni di euro, vale a dire 11 milioni l'anno. Invece al Parco del Colosseo ne andranno 29. Con una perdita netta per la citt di 18 milioni.

Alla fine del 2016 il soprintendente Francesco Prosperetti aveva attaccato ad alzo zero: Quando sono arrivato ho trovato le casse vuote, nel 2017 porto 10 milioni di euro. Staccare il Colosseo e renderlo autonomo sarebbe esiziale per la nostra citt, significherebbe ritornare a una situazione in cui i monumenti avevano risorse zero.

Per i beni a rischio manutenzione si va dalla Citt di Gabii sulla Prenestina alla Villa di Livia sulla Flaminia, alle colonne di Traiano e Marco Aurelio. Per non parlare dei lavori su monumenti, chiese e palazzi. Basta ricordare il restauro della Tomba di Giulio II di Michelangelo.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news