LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI - Lo scempio del parco del castello abbattuti 57 pini, bloccati i lavori
05 gennaio 2017 LA REPUBBLICA


STOP alla riqualificazione del giardino Isabella d'Aragona. Troppi gli alberi abbattuti rileva la Soprintendenza che con una comunicazione ufficiale notificata al Comune di Bari ha sospeso gli interventi di restyling della piazza storica a ridosso del castello svevo. Il progetto dell'area sottoposta a vincolo prevedeva l'abbattimento di 17 pini malati e inclinati mentre ne sono stati buttati gi 57. Una differenza di 40 alberi che ha fatto scattare il blocco del cantiere partito a novembre scorso.

Stop alla riqualificazione del giardino Isabella d'Aragona. "Troppi gli alberi abbattuti", rileva la Soprintendenza, che con una comunicazione ufficiale notificata al Comune di Bari ha sospeso gli interventi di restyling della piazza storica a ridosso del castello svevo. Il progetto dell'area sottoposta a vincolo prevedeva l'abbattimento di 17 pini malati e inclinati mentre ne sono stati buttati gi 57. "Li abbiamo contati uno a uno", assicurano i residenti. Una differenza di 40 alberi che ha fatto scattare il blocco del cantiere partito a novembre scorso.


A determinare l'aumento significativo di abbattimenti, stando alle giustificazioni del Comune di Bari, sarebbe stato il maltempo del 28 e 29 dicembre. Prima la violenta grandinata, poi il vento forte. "Quella notte nell'area del cantiere caduto un pino a causa del vento - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - l'episodio ha confermato la situazione di instabilit degli altri alberi. Ne avevamo gi rimossi 17 a cui se ne erano aggiunti altri 12 nel corso dei lavori perch la rimozione degli strati di asfalto superficiale, necessaria per il rifacimento della pavimentazione della piazza, aveva evidenziato l'instabilit di un'altra dozzina di piante, certificata dal settore Giardini del Comune. Poi arrivato il maltempo e i pini residui hanno risentito dell'azione del vento che ha provocato un'inclinazione e il sollevamento delle radici che, a causa della piantumazione superficiale, non arrivavano molto in profondit".

Subito dopo i tecnici comunali hanno effettuato un sopralluogo nel cantiere - per i lavori di riqualificazione sono stati stanziati 1,2 milioni di euro - e hanno proceduto alla rimozione sia dell'albero buttato gi dal vento sia degli altri pini instabili. "Avevamo invitato in tecnici della soprintendenza al sopralluogo perch potessero rendersi conto della situazione ma quel giorno non hanno potuto partecipare - va avanti Galasso - cos abbiamo fatto le foto e inviato loro tutta la documentazione delle attivit svolte. Nelle more di trascrivere ed esaminare documentazione, la Soprintendenza ci ha formalizzato l'atto con cui manifesta l'opportunit di interrompere il cantiere".

Le spiegazioni fornite da Palazzo di Citt, per, non convincono i residenti e i cittadini del comitato Parco del Castello che gridano allo scempio. "Piazza Isabella d'Aragona un giardino storico tra i pochi rimasti in citt. Forse nel progetto non stata riversata tutta la complessit necessaria per un giardino storico - denuncia Andrea Guarnieri, presidente del comitato - siamo stati noi, come comitato, a sollecitare i lavori e a dare indicazioni dato che si tratta del primo stralcio del parco del Castello ma poi non abbiamo pi visto n potuto contribuire alla redazione del progetto".

"Siamo amareggiati e sorpresi e le giustificazioni del Comune non ci convincono - continua Guarnieri - Nella piazza c'erano originariamente 84 pini che, nel corso degli anni, erano diventati 57, adesso i due filari non ci sono pi. Pretendiamo almeno che vengano ripristinati integralmente anche se il volto del giardino per ora stravolto e potr tornare lo stesso solo tra 20 anni quando i nuovi alberi cresceranno ". Sulla sostituzione degli alberi abbattuti l'assessore prova a rassicurare i cittadini. "Ripristineremo tutto il filare con altrettante alberature - dice Galasso - ci saranno lecci al posto dei pini, purtroppo non avevamo alternative, erano davvero tronchi contorti e inclinati". Intanto, per, i lavori sono sospesi in attesa del verdetto della soprintendenza



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news