LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Come vorreste il giardino della Villa Medicea? Ditelo con un sondaggio
GAIA RAU
05 gennaio 2017 LA REPUBBLICA


UNA nuova vita per il giardino di Villa Reale, a Castello, gioiello nascosto nella periferia di Firenze e capolavoro dell'architettura verde medicea con le sue geometrie, le sue statue e la sua collezione di agrumi unica al mondo. Disegnare un futuro diverso e pi generoso per il parco dell'edificio che ospita l'Accademia della Crusca, gestito dal Mibact attraverso il Polo museale della Toscana diretto da Stefano Casciu, l'obiettivo di un sondaggio realizzato in collaborazione col sito castellochannel.it e rivolto principalmente a cittadini e abitanti del quartiere. Un questionario, compilabile online fino al prossimo giugno, che nasce, spiega il direttore dello spazio, Marco Mozzo, con due finalit: Sensibilizzare i cittadini del quartiere e far conoscere loro la situazione del giardino di Castello, e raccogliere informazioni per capire quale sia la conoscenza e la percezione che ha il territorio di un patrimonio cos importante. Quella del giardino di Castello una storia tutta in salita. Incluso tre anni e mezzo fa nell'elenco dei siti patrimonio Unesco insieme alle vicine Villa Corsini (sede dell'antiquarium mediceo), Villa della Petraia e alle pi distanti "sorelle" di Poggio a Caiano e di Cerreto Guidi, il parco, da sempre vittima, nonostante il suo straordinario valore storico- artistico (progettato dal Tribolo per volere di Cosimo I, rappresent uno dei primi esempi di giardino all'italiana, nonch il modello per il successivo e pi celebre giardino di Boboli) della lontananza geografica dalle pi blasonate mete turistiche cittadine, si dovuto scontrare, in tempi recenti, anche con problemi di carenza di personale amplificati dalla transizione, in seguito alla riforma Franceschini, dalla giurisdizione dell'ex soprintendenza speciale al Polo museale fiorentino a quella del neonato Polo regionale. Fra le principali conseguenze, una serie di chiusure "a singhiozzo", rispetto al precedente regime di aperture quotidiane e gratuite, che ne hanno compromesso gravemente visibilit e accessibilit. Una situazione affrontata e parzialmente risolta a partire dalla scorsa estate grazie alla collaborazione con le associazioni Angeli del bello e Amici delle ville e dei giardini medicei i quali, offrendo a titolo volontario il lavoro di sorveglianza e custodia, hanno permesso di raddoppiare le giornate di apertura rispetto al pi sfortunato 2015, portando a quota 10 mila i visitatori del 2016. Ma nel futuro di Castello c' anche altro. Tra gli obiettivi dice Mozzo c' l'auspicio per il prossimo anno di restituire ai cittadini del quartiere il "Viottolone" e cio il tratto di strada, pedonalizzato, antistante alla villa. Scopo del questionario anche conclude il direttore quello di raccogliere idee e proposte su questo spazio, finora concepito soltanto come una semplice zona di transito e niente pi. Sarebbe, credo, molto utile riuscire a recuperare questo zona da adibire a progetti e iniziative culturali in collaborazione con le istituzioni del territorio.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news