LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Striscioni pubblicitari illegali alla Loggia de'Lanzi, il direttore degli Uffizi chiama i vigili del fuoco e li fa rimuovere
di LAURA MONTANARI
31 dicembre 2016 LA REPUBBLICA



Striscioni pubblicitari illegali alla Loggia de'Lanzi, il direttore degli Uffizi chiama i vigili del fuoco e li fa rimuovere
E' accaduto ieri sera nel luogo pi vietato e controllato della citt. Indagini in corso per capire chi li abbia messi


Quasi una beffa. Due grossi striscioni pubblicitari con la scritta Chianti Banca sono stati affissi nel luogo pi vietato e controllato di Firenze: alla Loggia de' Lanzi, nell'edificio di competenza delle Gallerie degli Uffizi. I due striscioni sono stati appesi a due colonne in una zona "rossa" con l'affaccio in piazza della Signoria e l dal mattino sono rimasti fino a sera. E' stato lo stesso direttore delle Galleria degli Uffizi, Eike Schmidt, ieri sera, dopo che le foto hanno cominciato a girare sui social nello stupore generale e dopo che la cosa stata segnalata da alcuni addetti del museo, a chiamare i carabinieri e poi i vigili del fuoco. I due striscioni illegalmente sistemati in quel posto, sono stati rimossi sotto la vigilanza dello stesso direttore che malgrado la febbre arrivato nel piazzale molto innervosito.

"Mi ero portato da casa delle forbici da giardino, poi mi sono fatto anche portare una scala dalla Galleria - racconta il direttore - ma mi sono subito reso conto che erano troppo in alto e servivano i mezzi dei vigili del fuoco". Certo fa riflettere che tutto questo sia potuto accadere, sotto l'occhio delle telecamere, dei vigili urbani, dei volontari che presidiano l'area. "Un camion non dovrebbe arrivare fino a l senza essere controllato" sottolinea Schmidt.

Accertamenti sono in corso adesso per capire (e non sar difficile) chi sia la ditta che abbia potuto affiggere in quel luogo iperprotetto e vietato, i due striscioni pubblicitari. Oltretutto proprio l per stasera previsto uno dei concerti di Capodanno e "sarebbe stato un colpo pubblicitario notevole, le foto con la pubblicit avrebbero fatto il giro del mondo" fanno capire dagli Uffizi. La beffa per che Chianti Banca lo sponsor del concerto di Capodanno del maestro Lanzetta e in qualit di sponsor alla banca stato chiesto di fornire due striscioni di una misura precisa. Cosa che l'istituto ha fatto senza sapere n come n dove sarebbero stati messi. Ora per, se si va a vedere un concerto che si tenne nello stesso posto qualche anno fa, si scopre che due striscioni identici erano stati issati nello stesso posto, cio proprio sulle due colonne della Loggia de' Lanzi senza che nessuno abbia bloccato la cosa.

La ditta incaricata dell'installazione si presentata con il classico cestello per sistemarli a quell'altezza. La domanda possibile che tutti quelli che si occupano della vigilanza della Loggia e del piazzale non siano intervenuti? La risposta che danno gli addetti della galleria e che in diversi hanno pensato esserci qualche particolare autorizzazione per Capodanno, cosa che invece non c'era affatto. E non appena il direttore lo ha saputo andato su tutte le furie chiedendo l'immediata rimozione di quegli striscioni.

"Sappiamo che gli striscioni sono stati messi la mattina del 30 dicembre - conclude Schmidt - luned, verranno esaminate le immagini sulle telecamere. Per mettere una pubblicit alla Loggia servirebbero tre via libera: uno della soprintendenza, uno nostro e uno del Comune. Naturalmente nessuno ne ha dato nemmeno uno".

La ditta che ha affisso gli striscioni rischia una multa variabile da un minimo di 300 euro a un massimo di 2mila.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news