LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ricostruzione post terremoto all'Aquila: dopo sette anni e mezzo via ai lavori per il Duomo
di Enrico Nardecchia
23 dicembre 2016 IL CENTRO


La Soprintendenza autorizza laggregato SantEmidio da 35 milioni di euro. il pi ampio della citt: un ettaro di superficie tra Cattedrale e palazzi storici


LAQUILA. Unattesa durata sette anni e otto mesi. Un allungamento (di tempi) degno di miglior causa, che richiama alla mente quello subto dal corpo di Massimo dAveia levita e martire, patrono dellAquila, torturato sulleculeo (la macchina infernale che dilania le articolazioni) eppure uscito indenne da quei tormenti. Ora la sua cattedra pu rinascere. Tra le sorprese di fine anno c anche latteso via libera della Soprintendenza al progetto per laggregato SantEmidio, un ettaro e passa di centro storico con dentro la Cattedrale, lEpiscopio, il vecchio Seminario e due palazzi gentilizi.
DISCO VERDE. Terminata listruttoria del cosiddetto tavolo tecnico, la Soprintendenza ha dato il via libera al progetto da 35 milioni per limmediato inserimento nel 19 elenco dei contributi. Quello di piazza Duomo il pi esteso e articolato aggregato dellintero centro storico, interamente sottoposto a tutela dal Codice dei beni culturali. Laggregato 961-SantEmidio delimita interamente il lato inferiore della Piazza del Mercato, sul lato sinistro del Duomo, estendendosi su unarea di circa un ettaro, fino a via San Marciano, via Roio e via del Seminario. Comprende, oltre alla Cattedrale e alla chiesa di San Luigi progetti stralciati dallistruttoria dopo la legge 125/2015 il Palazzo arcivescovile, lEpiscopio, la Sacrestia, la Casa canonica, lArea museo, lex Seminario, Palazzo de Nardis e Palazzo Arduini.
I NODI SCIOLTI. Lestensione dellaggregato urbano, insieme allarticolazione degli edifici, allesteso livello di danno e alle criticit connesse allapplicazione della normativa in materia, hanno evidenziato, sin dallinizio, secondo la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio, un percorso d istruttoria del progetto molto delicato e complesso, soprattutto in considerazione del fatto che insieme allautorizzazione di legge (Codice beni culturali) si doveva procedere anche allaccertamento della congruit del contributo pubblico. Per questo motivo sin dal maggio 2015 la Soprintendenza ha attivato un apposito tavolo tecnico volto a gestire in modo coerente e coordinato tutte le verifiche necessarie per il rilascio dellautorizzazione ai lavori e laccertamento della congruit tecnico-economica, che ha visto la costante partecipazione dei rappresentanti della propriet e dei professionisti incaricati della progettazione. Su specifica richiesta della Soprintendenza, al fine di favorire una rapida definizione e gestione dellinsieme delle problematiche, al tavolo hanno partecipato lUsra e il Comune, che hanno assicurato la collaborazione e il supporto di due funzionari tecnici esperti in materia di consolidamento strutturale e di valutazione economica.
TRENTA RIUNIONI. Nel corso dellistruttoria oltre 30 riunioni e approfondimenti tecnici sono emersi i diversi problemi di natura giuridica, tecnica, strutturale e amministrativa connessi alle diverse propriet e ai relativi interventi di consolidamento e restauro, nonch alle necessit di coordinare attentamente i futuri lavori, che sono stati di volta in volta affrontati e riconsiderati nei necessari aggiornamenti tecnici del progetto. emersa inoltre, fa sapere la Soprintendenza, la necessit di adeguare il progetto a quanto disposto dalla legge 125 dellagosto 2015 che ha chiarito limpossibilit di assoggettare lintervento sulle chiese alle procedure della ricostruzione privata, in quanto attivit da considerare a tutti gli effetti lavori pubblici, e pertanto soggetti alle disposizioni del Codice degli appalti. Particolari soluzioni tecniche e amministrative volte a garantire la sicurezza dei cantieri e a prevenire ulteriori danni alla Cattedrale cos pesantemente danneggiata dal sisma 2009 e nuovamente messa a rischio dalle recenti scosse di agosto e ottobre hanno consentito di far ricomprendere allinterno del progetto anche gli interventi sulle porzioni della basilica poste a confine con le propriet adiacenti (in particolare la parete della navata sinistra e labside). Non si tratta, per esplicita scelta condivisa, di una semplice messa in sicurezza provvisoria ma di operazioni mirate consolidamento, in anticipazione dei successivi interventi definitivi, evitando linutile investimento di fondi pubblici per soluzioni temporanee e di breve termine.



news

17-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news