LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lettere e commenti. Le richieste di condono
la Repubblica cronaca Napoli 20-LUG-2005

Enrico Guglielmo
Soprintendente per i Beni Architettonici - Napoli

Su "Repubblica" di ieri Antonio Corbo, nel replicare a Guido Donatone sulla vicenda dei pontili di Mergellina, conclude il corsivo: «La Sovrintendenza va tuttavia elogiata. Si batte per il paesaggio. Anche contro Comune, Regione, Autorità del porto. È uno dei suoi compiti di istituto. Così come un giorno troverà il tempo anche per le 90 mila richieste di condono inevase (legge 47/85). I Comuni aspettano la sua risposta da vent'anni».
È appena il caso di segnalare che la Soprintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio e per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico di Napoli e Provincia è tenuta, come tutte le soprintendenze d'Italia, a espletare le pratiche ricevute, indipendentemente dall'esito favorevole o meno dei singoli casi sottoposti al controllo di legittimità, entro i termini temporali assegnati dalla legge: sessanta giorni. Tale norma non fa eccezioni per condoni e sanatorie degli abusi edilizi e, pertanto, la Soprintendenza di Napoli si è sempre attenuta al rispetto dei termini fissati dal legislatore e, di conseguenza, non ha alcuna pratica in attesa di definizione oltre il termine su indicato.
È pur vero che la materia dell'abusivismo edilizio registra ritardi eccezionali, certamente non imputabili a chi, come appunto la Soprintendenza, nella materia ha esclusivamente ruolo di controllo essendo la competenza attribuita all'ente locale fin dal 1977 a seguito del Dpr 616/77.
Tuttavia è doveroso informare, anche il lettore, che - diversamente da quanto riportato nel commento di Antonio Corbo -l'inerzia registrabile nella materia, è stata considerata da chi scrive talmente incomprensibile e ingiustificata da indurlo ad assumere provvedimenti e azioni incisive ai fini dello sblocco della "ventennale" paralisi. Tra tutte le iniziative mi preme segnalare la sottoscrizione, avvenuta il 25 luglio 2001, tra la Regione Campania e la Soprintendenza di Napoli, del "Protocollo di Intesa per il coordinamento delle funzioni in materia di sanatoria degli interventi edilizi abusivi realizzati in aree soggette a vincolo paesaggistico-ambientale della provincia di Napoli".
Tale intesa, unica in Italia, è il frutto di una iniziativa promossa dalla Soprintendenza di Napoli, pienamente condivisa dalla Regione Campania, tant'è che ne ha assunto i contenuti, conferendo a essi valore regolamentare per la definizione della sanabilità e sanatoria dell'abusivismo edilizio.
L'impegno della Soprintendenza di Napoli per la risoluzione della materia continua a manifestarsi nella collaborazione prestata a tutti quei Comuni che abbiano mostrato interesse per la redazione del "piano per la valutazione della compatibilità degli interventi edilizi abusivi nel territorio comunale" paesaggisticamente tutelato: strumenti operativi direttamente discendenti dall'attuazione del protocollo menzionato e anche finalizzati alla rimozione delle condizioni di stallo e inerzia registrate sul campo.
Tanto è dovuto al lettore per una corretta informazione sul ruolo, responsabilità e competenza istituzionale della Soprintendenza in materia di condono edilizio.


La lunga lettera del sovrintendente non fornisce al lettore tre risposte. È vero che sono 90 mila le richieste di condono inevase? È vero che i Comuni attendono i verdetti da vent'anni, sperando finalmente di riscuotere? È vero che questo ritardo condiziona il mercato e chiunque aspetti il condono per poter vendere un immobile?
(a. c.)



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news