LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I condoni sono spariti dal Dpef, ma impazzano nei dibattiti in Aula
il Riformista 20-LUG-2005

Il condono morto, viva il condono. Mentre dal Dpef spariscono misteriosamente le promesse sulla fine della una tantum, basta rivedere le sedute parlamentari degli ultimi due mesi per appurare che l'allegro ricorso ai condoni continua senza sosta. Uno in particolare riguarda un argomento di grande attualit: si tratta della cosiddetta sanatoria sulla lotta all'evasione fiscale. Lo scorso 24 giugno, il procuratore generale della Corte dei Conti, Vincenzo Apicella, denunciava questo sommergibile infilato dalla maggioranza nel decreto sulla competitivita. La sanatoria per le agenzie di riscossione in realt era una vecchia pensata dell'ex ministro dell'Economia, Tremonti, ideata in attesa di una riforma organica della riscossione. Rispolverata in occasione della scorsa finanziaria, stata poi modificata nel decreto competitivita approvato a maggio e ora legge. Apicella, a fine giugno, stigmatizzava il silenzio stampa sulla sanatoria e ne spiegava il senso: dato il grande insuccesso negli ultimi cinque anni del recupero delle somme evase al fisco affidate ai concessionari (il 5% del totale), la maggioranza aveva deciso di sanare le responsabilit amministrative dei concessionari con un condono di tre euro per abitante residente nell'ambito territoriale affidato in concessione. Per il pg della Corte dei Conti la sanatoria arrivata proprio mentre i magistrati contabili stavano intervenendo e le procure regionali affondavano il bisturi nel bubbone della cattiva gestione. Insomma, un condono eseguito con criteri balordi secondo Apicella, che aggiungeva sconsolato: faccio appello al ministro delle Finanze perch ne promuova entro breve una uguale e contraria. E concludeva con l'eterno mantra della Corte dei Conti: interrompiamo la stagione del perdono. Governo battuto. La maggioranza invece ha fatto orecchie da mercante e in quei giorni andata avanti come un treno sulla sanatoria previdenziale presentata come emendamento al disegno di legge sulla competitivita. Si trattava dei giorni post-congresso-An e post-consiglio-Udc e l'Aula della Camera versava in un discreto caos. Nel giro di due giorni, sul disegno di legge, il governo stato battuto otto volte su emendamenti di maggioranza e opposizione. Cos passato anche, contro il parere del governo, l'emendamento su "condono previdenziale", detto dagli animi pi sensibili anche "della regolarizzazione contributiva ". Il governo ne ha prontamente promesso la cancellazione in itinere. Ora il ddl passa al Senato, e l si vedr. Buttiqlione tremontiano. Sull'argomento una tantum si registrato intanto ieri l'intervento del ministro dei Beni culturali, Buttiglione, che ha sottolineato come il ricorso alle una tantum per riequilibrare i conti pubblici forse ha avuto anche una funzione positiva. Sulla sparizione dal Dpef dell'impegno a non farvi pi ricorso il ministro centrista ha osservato che non merita un'importanza pi che stilistica. Ma, ha aggiunto, probabilmente si vuoi dire che il ricorso alle una tantum non proprio da condannare Buttiglione ha spiegato con ci di voler spezzare per una volta una lancia a favore di Tremonti . Ma resta l'interrogativo sul futuro, e in particolare sulla prossima finanziaria. Bruxelles ha imposto 10 miliardi di interventi strutturali a riduzione del deficit. Ma ha lasciato di fatto al governo la possibilit di decidere piuttosto liberamente come finanziare le annunciate misure per il rilancio della crescita. Una tantum comprese.



news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news