LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palmanova, palazzo ancora a rischio: si temono nuovi crolli
di Monica Del Mondo
06 ottobre 2016 IL MESSAGGERO VENETO




Transennata tutta larea attorno alledificio del 1600 caduto a pezzi luned sera. Organizzata la viabilit alternativa, con passaggio dei pedoni in sicurezza

PALMANOVA. I triangoli gialli con il punto esclamativo e la sottostante scritta pericolo invitano la gente a tenersi alla larga. Lintera area attorno alla casa secentesca di Palmanova, che luned sera ha subito un pesante crollo, transennata e la viabilit della zona modificata. Cos appare oggi larea.

Luned, poco dopo le 21.30, gran parte del tetto di quellimmobile storico, che si affaccia su borgo Aquileia a pochi passi dalla scuola media e dallingresso monumentale alla citt, ha ceduto, trascinando con s anche unampia porzione della facciata. I detriti hanno invaso la strada sottostante, raggiungendo anche il lato opposto della regionale. Fortunatamente, in quel momento, non passavano n vetture n pedoni. E fortunatamente il crollo non avvenuto di giorno quando i ragazzi delle scuole medie passano sotto quelledificio allentrata e alluscita da scuola.

Il Comune aveva gi transennato il marciapiede e aveva creato, oltre alla zona recintata, un passaggio pedonale che stato letteralmente spazzato via dalle macerie. Sul posto erano allopera, luned notte, i vigili del fuoco di Cervignano e di Udine, i carabinieri della Compagnia di Palmanova e gli uomini della locale squadra di Protezione civile. Presenti anche il sindaco e diversi amministratori.

E tante persone richiamate dal rombo del crollo e dal diffondersi della notizia. Il giorno successivo stato effettuato un sopralluogo da parte di Valmore Venturini e Sergio Benedetti dei vigili del fuoco per accertare le condizioni dellimmobile.

Il sopralluogo precisa Venturini ha evidenziato uno stato di forte degrado, creatosi nel corso degli anni. Gran parte del tetto ha ceduto, e anche qualche parte dei solai di piano. Anche la facciata presenta in un punto uninclinazione. Abbiamo analizzato la possibilit di eventuali ulteriori crolli dovuti al fatto che sui solai grava ora un peso che non sono in grado di reggere e che potrebbe essere ulteriormente appesantito dalle prossime piogge.

Abbiamo ritenuto, tenendo conto dellaltezza delledificio, di interdire una zona di 9 metri dal bordo della casa, nonch il passaggio verso il cortile interno della vicina scuola, e di indicare la necessit della messa in sicurezza.

Quali dunque i provvedimenti presi in questi giorni dal Comune per consentire il passaggio di auto e pedoni senza pericoli? In questemergenza, il nostro primo obiettivo spiega il sindaco di Palmanova, Francesco Martines stato quello di mettere in sicurezza larea.

Per questo, dopo un sopralluogo anche con Corrado Azzollini della Soprintendenza, abbiamo subito allertato Protezione civile e Strade Fvg, visto che quel tratto di Borgo Aquileia di competenza regionale. Marted, di prima mattina, eravamo sul luogo del crollo, con Luciano Sulli e i tecnici della Protezione civile, inviati dalla presidente Serracchiani, e con Gianfranco Macuglia di Strade Fvg.

Alle 15, avevamo messo in sicurezza la strada, posizionando un semaforo per la viabilit alternata, e realizzato un ponteggio sul lato opposto sotto cui permettere il transito sicuro dei pedoni. La nostra polizia locale sta presidiando la zona sia per gestire il traffico che per valutare eventuali miglioramenti.

Martines precisa che stata presa la decisione di non chiudere Porta Aquileia, ma di restringere la carreggiata e di allungare di fatto il tratto regolato a senso unico alternato dal semaforo.

Chiediamo comunque a tutti, se possibile - prosegue il primo cittadino - , di scegliere gli altri due ingressi per entrare o uscire dalla citt. Il sindaco precisa che, dopo la fase della gestione dellemergenza e la messa in sicurezza dellarea e dei percorsi per le auto e i pedoni, bisogner passare agli interventi durgenza sullo stabile, interventi che coinvolgeranno anche la Protezione civile.

Sar infatti necessario innanzitutto liberare larea dai detriti ed effettuare opere per evitare ulteriori crolli e mantenere quanto possibile dellimmobile secentesco. Tutti gli interventi conclude Martines dovranno essere concordati con la Soprintendenza.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news