LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GALLICANO Ferro e plastica sulla rocca tutelata dalle Belle arti
08 ottobre 2016 IL TIRRENO



In posizione strategica, a controllo della media valle del Serchio, la rocca di Trassilico occupa la porzione pi elevata del paese. Il borgo che la circonda, percorso da strette strade confluenti in direzione della fortificazione, dichiara, con la ricchezza dei palazzi e degli edifici religiosi, limportanza del sito durante la dominazione Estense, nel 1430 Trassilico fu infatti posto a capo della vicaria omonima, avamposto meridionale del ducato, e sede di podesteria. L'importanza della rocca era accentuata dal fatto di poter da qui agevolmente controllare un vasto territorio.

GALLICANO Uno sfregio in piena regola, anche se forse fatto con intenti benevoli. Sta di fatto che, da qualche settimana, la storica e splendida rocca di Trassilico, esempio di architettura estense, stata letteralmente sfregiata: tutto il perimetro del muraglione della fortezza stato corredato di squadrette collegate con un filo di ferro plastificato. Ad accorgersi dell'intervento su un monumento storico e vincolato dalla Soprintendenza, stato Domenico Bertuccelli, famoso in tutta la provincia e anche oltre con lo pseudonimo di Gavorchio. Immediatamente, la segnalazione ha fatto il giro del web, e naturalmente partita la caccia al responsabile. La cosa che appare certa dalle prime testimonianze fotografiche e verbali raccolte, che l'installazione non autorizzata stata realizzata in occasione in una delle tante feste organizzate durante l'anno in paese, e che probabilmente la recinzione stata messa per evitare che la gente si sporgesse troppo dal cornicione piuttosto basso. Un lavoro certosino, quindi, ma che di fatto deturpa un gioiello della Garfagnana, una delle tante rocche apuane. In paese, nessuno ha voglia di parlare, quasi infastiditi da questa vicenda, e nessuno pare abbia visto nulla, nonostante non si tratti di un lavoro compiuto in poche ore. Il sindaco David Saisi, in rappresentanza del Comune proprietario dell'immobile, promette di andare fino in fondo: Non possibile realizzare un lavoro certosino di questo tipo senza che nessuno sappia nulla - esordisce il primo cittadino -, ed inconcepibile fissare delle squadrette di ferro in un bene vincolato e soprattutto oggetto di numerosi interventi avvenuti negli ultimi tempi. Se ci si fosse accorti prima o ci avessero chiesto dei permessi, avremmo esortato i responsabili a non compiere questi scempi. Invece, nessuno a distanza di un mese sa nulla. Saisi comunque andr avanti: Cercheremo di scoprire chi stato, e poi bisogner togliere questa opera abusiva che sfregia tutta la fortificazione. Se non ci penseranno i responsabili, provvederemo noi come amministrazione comunale. La rocca di tutti. Il tutto, proprio mentre in questi giorni, come ammesso dallo stesso primo cittadino, sono stati stanziati altri fondi per la riqualificazione della Rocca Estense: Nell'ambito del progetto Ducato Estense, abbiamo avuto la notizia di un ulteriore stanziamento di 400.000 euro destinato a Trassilico elargito dal Ministero dei Beni Culturali, consentendo di sviluppare itinerari ad hoc e dare nuova linfa al turismo locale. Nicola Bellanova



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news