LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Via Pamphili o Palatino? Gli urbanisti scelgono Veltroni
Paolo Brogi
CORRIERE DELLA SERA cronaca Roma 15-07-2005

Il sindaco smorza la polemica: io e Francesco andiamo d'accordo, lui ha semplicemente espresso un'opinione.
Gradevoli i giardini che la circondano, ricchi di piante di ogni gusto, rendono le passeggiate estremamente affascinanti. Il marchese De Sade, che descrve in questo modo Villa Pamphili cos come gli appariva ai suoi giorni, non aveva davanti a s via Leone XIII che oggi attraversa il parco tagliandolo in due. Ma forse, con sadismo, non sarebbe indifferente all'improvvisa querelle che si innescata tra l'ex sindaco della citt nonch esponente della Margherita, Francesco Rutelli, e il sindaco in carica nonch esponente dei Ds Walter Veltroni, portatori a quanto sembra d due diversi modi di ricucire le slabbrature urbanistiche di Roma che hanno il sapore della ripicca. Col primo che invita a soprassedere sulla riunficazione di Villa Pamphili programmato dal secondo, rilanciando invece l'ipotesi della ricucitura del Circo Massimo al Palatino.
Il giorno dopo Veltroni getta acqua sul fuoco. Francesco Rutelli e io andiamo d'accordo, siamo sempre andati d'accordo e continueremo ad andare d'accordo. La polemica proprio non esiste. Aggiungendo: Ci siamo sentiti stamattina e ci siamo detti che non possibile che qualsiasi affermazione diventi subito una polemica. Lui ha espresso un'opinione su una questione, ed una cosa assolutamente naturale. Ma noi andiamo d'accordo sotto ogni punto di vista. Anche ieri ha detto cose molto belle sull'amministrazione comunale.
Lezione di souplesse. Ma intanto la discussione si accesa, gli schieramenti s formano, il pronunciamento non tarda. Sono in tanti, tra gli addetti ai lavori, a dire s senza tentennamenti all'intervento su Villa Pamphili: nomi come quelli di Vezo De Lucia, Francesco Purini, Pier Luigi Cervellati, Paolo
Portoghesi, Renato Nicolini, Italo Insolera.
Spiega Portoghesi: Quella Villa divisa in due da una strada che poteva essere interrata subito, al momento della sua costruzione, con poca spesa in pi, costituisce un vero scandalo. La pressione delle Olimpiadi del 1960 ha inferto questa profonda ferita nei confronti del pi grande polmone verde della citt. Eliminare questo insulto urbanistico una vera priorit. Aggiunge Pier Luigi Cervellati: Credo che poter ritrovare lo splendore di questa meraviglia del 600-700 costituisca un evento davvero clamoroso che segue l'insieme di di opere di riqualificazione che s devono attribuire sia a Veltroni che a Rutelli. Ma voglio spezzare una lancia anche a favore del Circo Massimo. Se il sindaco ne avr possibilit, affronti anche questa ricucitura.... E Franco Purini: Riunire Villa Pamphili ha un alto valore emozionale, un valore per il futuro, consente di ripensare ai grandi spasi e di recuperare il patrimonio.
Anche per Vezio De Luca non c' dubbio: Bisogna fare come con l'altra ferita del 1960, quella che aveva interrotto l'Appia Antica. In questo caso per il risultato ancor pi vistoso, perch si tratta di uno dei parchi pi importanti non solo di Roma o d'Italia ma del mondo. Inoltre mi auguro che l'interramento dell'Olimpica apra la strada ad altri interramenti, come per il Ora in tutte quelle zone in cui ha interrotto spasi agricoli unitari. Insomma, Villa Pamphili come giro d boa urbanstico sulla citt. Ne convinto anche Renato Nicolin che dice: La forma urbanistica di Roma dipende molto dalle Olimpiadi del '60. E una delle cose meno digeribili stata la spaccatura in due di Villa Pamphili. Ricucirla una priorit per tutta la citt, un fatto simbolico che
indica la volont di uscire dalla Roma degli anni '60. Chiude Italo Insolera: Se ci fossero tanti soldi, uno potrebbe anche porsi il problema di scegliere. Ma qui se ne faccia una, intendo Villa Pamphili, poi si vedr per il resto....
Preferiscono invece non schierarsi Piero Maria Lugli, Giuseppe Campos Venuti, Vittorio Gregotti. Il primo spiega: La vera priorit rendere la citt pi vivibile, a partire dal traffico.... Aggiunge il secondo: Anch'io avrei una priorit, il traffico. Insomma vorrei accelerare la linea C, aggiungere semmai una lnea D.... Da Milano, Gregotti dice: Di priorit a Roma forse ce ne sono cinquanta. Scegliere come tirare con i dadi....
Insomma, ci sono problemi pi vasti. Ne convinto Leonardo Benevolo che fa un nome, quello del centro storico. Bisogna vedere i grandi temi che possono cambiarne il carattere, dopodich si pu passare ai dettagli - spiega l'urbanista -. Prendiamo il Circo Massimo, che ho studiato a lungo. Fa parte della zona archeologica centrale. E l allora bisogna capire se c' la volont e la possibilit di svincolarsi da tutti quegli stradoni che attraversano l'area archeologica oppure no. Anni fa stato invece posto un vincolo dei Beni culturali su tutte quelle orrende strutture moderne che ci sono intorno ai Fori, a San Gregario e al Circo Massimo. Adesso forse ora abbiamo un'occasione, la linea C. Ma per affrontare il riassetto complessivo di quest'area, cos come di quella del Lungotevere di sinistra che andrebbe eliminato del tutto ritrovando il rapporto diretto di Roma col suo fiume, non si pu procedere a pezzi. Occorre un discorso globale, d'insieme....



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news