LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sampietrini, monumenti a rischio - Allarme della soprintendenza: ''Toglierli da piazza Venezia"
CARLO ALBERTO BUCCI
14-LUG-2005, La Repubblica, Cronaca di Roma


Dopo l'idea di Veltroni di limitarne l'uso alle aree pedonali. Contrario Portoghesi: "Ci vuole pi manutenzione"
■SAMPIETRINI, memoria storica delle strade di Roma ma anche un pericolo per i palazzi se percorsi dai mezzi pesanti. L'idea lanciata marted in Campidoglio dal sindaco Walter Veltroni sostituiremo con l'asfalto i sampietrini nelle strade del centro storico dove passano gli autobus; destinando i selci tolti alle isole pedonali raccoglie il favore del soprintendente statale per i Beni architettonici di Roma, Maurizio Galletti. Ma suscita le critiche di Paolo Portoghesi: un'assurdit. Il problemaspiega l'architetto si risolve con una manutenzione costante e, se ci fossero pi soldi, con una preparazione pi resistente sulla quale mettere in opera i selci.
Nota invece l'architetto Galletti: Il passaggio dei mezzi pesanti sui sampietrini provoca vibrazioni che danneggiano gli edifici antichi presenti lungo il percorso. In questi casi, meglio l'asfalto. Quindi c' un pericolo latente per quel capolavoro dell'architettura del Rinascimento che palazzo Venezia (il sindaco ieri, ribadito il principio. ha precisato: Piazza Venezia un luogo monumentale, i lavori non prevedono la sostituzione dei sampietrini ma il loro livellamento e ripristino). Ma anche, aggiunge il soprintendente, per la cripta Balbi o i templi di piazza Argentina che s'affacciano su via delle Botteghe Oscure. Per Portoghesi i piccoli parallelepipedi in leuciteche nel 700 apparvero tra le vie della citt, fatti della stessa pietra che i romani usavano per lastricare e che estraevano dalla cava di pietra lavica vicino ad Albanoandrebbero anzi liberati dallo strato di asfalto che spesso li ricopre. I sampietrini fanno parte della storia di Roma e vanno difesi, come avvenuto per le pavimentazioni storielle: l'acciottolato di fiume a Ferrara o il porfido a Treviso.
C' quindi un problema di recupero filologico della citt. Questo approccio interviene Galletti avviene proprio nelle aree, sempre pi numerose, che il Comune sta riconsegnando al passeggio dopo che per decenni erano state trasformate in parcheggi. Ma se sui sampietrini passano bus e camion c' rischio per gli edifici e per gli affreschi: come palazzo Venezia o come palazzo Barberini, per il quale il caso che venga asfaltata l'omonima via, decisione del resto presa da tempo per via del Corso. I dipinti di Raffaello e villa Farnesina alla Lungararaccontali soprintendente sono stati salvaguardati togliendo i sampietrini dal tratto adiacente di Lungotevere.
Altri tratti della strada che costeggia il fiume saranno asfaltati nei prossimi tre mesi, come annunciato ieri dall'assessore ai Lavori pubblici Giancarlo D'Alessandro: i lungotevere Marzio, Altoviti, Gianicolense e Pierleoni. I sampietrini tolti andranno ad arricchire il deposito di selci in vista di una ricollocazione in zone pedonali. A Romaspiega l'inge-gner Italo Fazio, del XII dipartimento - i sampietrini sono di tre tipi: c' quello che misura 12 per 12 per 18, rastremato in basso; quello quasi cubico (cm 12x12 x 6); e ci sono quelli piccoli, sei per sei, che ornano piazza Navona e che ormai sono rarissimi. Le ditte romane di operai esperti nella messa in opera sono solo sette o otto, aggiunge Fazio. un lavoro difficile e faticoso, basti pensare alla battitura che va eseguita col "mazzapicchio", dal peso di 12-15 chili. E poi non c' pi nessuno che li sappia tagliare a ma-no. Infatti, sampietrini vengono ormai da Hong Kong e i costi sono alti. Basterebbe l'idea di Portoghesi che il Comune riaprisse le cave abbandonate sull'Appia e che venissero formati operai capaci di tagliare la pietra. I costi tornerebbero a essere accettabili.
L'assessore D'Alessandro teorico della riduzione dei sampietrini a Roma, come ci tiene a sottolineare ricorda che i selci sono adatti per l'arredo urbano. A via Po li abbiamo lasciati ai bordi. E annuncia: Quando rifaremo via Nazionale, chieder all'architetto del restyling di rinunciare ai vecchi, problematici, selci.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news