LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Padova. Allarme terrorismo, a SantAntonio metal detector e niente foto
Alberto Zorzi - Michela Nicolussi Moro
Corriere del Veneto 9/8/2016

Padova, padre Poiana: Mi sono arreso. E a Venezia il Patriarca indaga sulle recenti profanazioni: Chiarire i fatti

.Sale lallerta antiterrorismo per la Basilica di SantAntonio, ogni anno meta di milioni di pellegrini. Dopo lallarme dei giorni scorsi legato alle troppe foto scattate da due turisti, sono comparsi nuovi cartelli di divieto di riprendere o immortalare gli interni. Per evitare il ripetersi di spiacevoli inconvenienti e falsi allarmi, si pregano i visitatori di attenersi alle indicazioni di non fotografare dentro la Basilica, come specificato nei richiami affissi alle porte si legge sulla pagina Facebook della Basilica e sul profilo del padre rettore, Enzo Poiana . Non sprechiamo il tempo delle forze dellordine, che fanno tanto per la nostra sicurezza. Unulteriore, oltre al presidio fisso dellesercito h24 e alla presenza di camionette e pattuglie di polizia e carabinieri anche in borghese, cui si aggiunge la presenza di guardie dotate di metal detector allingresso. Sono quelli portatili, utilizzati in casi sospetti spiega padre Poiana ai fissi sono contrario, perch creano code eccessive. La basilica poi interamente monitorata da telecamere. Quanto al divieto di fotografare, lho spesso ribadito anchio dallaltare, anche per motivi di disturbo della preghiera e della liturgia.

Alta tensione a Venezia, dove il parroco di San Zulian, chiesa vicina a piazza San Marco, denuncia: prima un musulmano si sarebbe messo a pregare a voce alta per terra con un tappetino, le spalle rivolte verso laltare, disturbando gli altri fedeli; poi un gruppo di donne islamiche sarebbe stato visto da un custode mentre si faceva delle foto irrispettose di fronte al crocifisso (facevano le corna, ridevano). Infine un paio di turisti orientali si sono intrufolati nella coda per la comunione, salvo poi sputare la particola di fronte ai rimproveri di fedeli che li avevano visti ridacchiare. Don Massimiliano DAntiga ha chiesto lintervento dellAssociazione dei carabinieri in pensione e il Patriarcato vuole vederci chiaro. La Curia patriarcale di Venezia sta attentamente vagliando quanto riferito, per chiarire fatti e modalit di ci che realmente accaduto, spiega una nota. Il Patriarcato, peraltro, in riferimento alla notizia che anche nella Basilica di San Marco ci sarebbero stati episodi di oltraggio alleucarestia, nega con forza ma ammette che spesso non facile contemperare pressione turistica ed esigenze del culto. Talvolta, al momento della comunione, si presentano persone alloscuro del significato del gesto liturgico che stanno compiendo dicono dal Patriarcato . In tal caso lo stesso sacerdote o diacono che chiarisce la situazione e poi congeda la persona con un saluto o una benedizione. Nemmeno alla Basilica dei Frari ci sono stati episodi cos gravi. Il personale della biglietteria ogni tanto deve riprendere qualche turista poco vestito o che non si toglie il cappello rivela il parroco, padre Lino Pellanda . Qualche giorno fa cerano dei ragazzi che si scattavano foto in posa in chiesa, abbiamo chiesto loro di smetterla. Certo, bisogna sempre stare attenti. Niente di drammatico dunque, anche se le denunce del parroco di San Zulian sui musulmani fanno clamore di questi tempi. Non chiamateli islamici, sono persone senza fede tuona il presidente della Comunit islamica di Venezia, Mohamed Amin Al Ahdab . Sono provocatori, la loro la fede del diavolo e danneggia la nostra comunit. La religione dovrebbe essere pace, amore e rispetto.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news