LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Corte dei Conti boccia il Cnr real estate
DI RAFFAELLA MOCCIA
MilanoFinanza 12-07-2005


TROPPI GLI EDIFICI DI PRESTIGIO E GESTITI ANCHE MALE. ARRIVA IL RICHIAMO DEI MAGISTRATI CONTABILI

II portafoglio dell'Ente supera i 360 milioni di euro, e in un anno
aumentato di 46 milioni. Ma non ci sono abbastanza soldi per la manutenzione. Sarebbe meglio trasferire i laboratori altrove

II Cnr si rivela un pessimo padrone di casa. Tanti immobili prestigiosi e tante biblioteche storiche sarebbero di indubbio merito e arrecherebbero sicuro valore, se non tosse che occorre valutarne la coerenza con il ruolo rivestito dall 'ente che coincide principalmente con la ricerca scientifica. La critica proviene dalla Corte dei Conti, che ha appena pubblicato una relazione sulla gestione finanziaria del Cnr relativa agli esercizi 2002 e 2003.

Secondo i magistrati contabili quello del Consiglio nazionale delle ricerche un' ingente patrimonio immobiliare che l'ente farebbe fatica a gestire.
Dei 648 milioni di immobilizzazioni materiali evidenziati dal rendiconto 2003 di tutti gli istituti che compongono l'Ente, 369 sono impiegati in terreni e fabbricati il cui valore, si legge nella relazione, aumentato tra il 2002 ed il 2003 di circa46 milioni. La gestione del ragguardevole patrimonio, scrive la Corte, pone al I ' ente di versi problemi .

Primo fra tutti quello di provvedere, con le risorse finanziarie a disposizione che diventano di anno in anno pi ristrette, alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili. Secondo problema, gli ingenti costi di locazione dei locali adibiti a laboratori e uffici. Da un'analisi condotta su un campione di istituti e aree scientifiche, emerso infatti che alcune di queste non sono in grado di affrontare adeguatamente il problema delle manutenzioni ordinarie dei patrimoni immobiliari di cui dispongono. Padova, per esempio, che dichiara un patrimonio immobiliare del valore di 25,4
milioni di euro,non ancora riuscita ad effettuare la messa a punto degli edifici, realizzati negli anni 60. Situazione analoga per l'istituto di scienze marine a Venezia, l'Ibaf a Porano e il Talassografico a Messina, tutti locati in edifici e parchi storici delle rispettive citt. Un patrimonio s prestigioso ma costoso da gestire e per di pi inadatto a contenere laboratori di ricerca e uffici amministrativi. Ma la politica edilizia eccessivamente onerosa per l'Ente non l'unica criticit rilevata dalla Corte dei conti. Il susseguirsi troppo rapido di due progetti di riforma, il primo del 1999 e il secondo del 2003 avrebbe determinato una situazione di stallo tra l'applicazione delle norme regolamentari precedenti, ormai superate ma ancora vigenti, e l'impossibilit di operare in base ai nuovi principi. Per questo motivo, scrive la magistratura contabile, la riforma istituzionale contabile del 1999, ma posta in attuazione attraverso il metodi di contabilit 2003, ha mostrato forti carenze di coerenza gestionale. Come se ci non bastasse, alle carenze nella gestione si sono aggiunte anche quelle nei finanziamenti statali. Nel corso di un decennio, in particolare dal 1993 al 2003, si legge nella relazione, il Cnr ha rilevato una costante diminuzione dei contributi ordinari, sia in termini assoluti che relativi. Riepilogando le vicende di un decennio, infatti. Le spese di personale, che nel 1993 costituivano il 47,2% del fondo ordinario, nel 2003 hanno raggiunto l'81,8%. Di conseguenza, le risorse disponibili, da 328 milioni sono passate a 289 milioni.Una situazione quasi patologica, che neppure l'avanzo di esercizio del 2003 basta a ripianare. Gli 8,22 milioni di euro derivanti dalla gestione ordinaria, infatti, sarebbero stati ottenuti grazie a un artificio contabile, la cancellazione di un residuo passivo.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news