LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Taranto, e dintorni. Risposta di Guzzo sulle dimissioni dal Consiglio Scientifico del Museo di Taranto

Riceviamo da Pier Giovanni Guzzo:


TARANTO, E DINTORNI

Di ritorno da un breve viaggio in partibus infidelium prendo conoscenza di quanto ha scritto Giulio Volpe a proposito delle mie dimissioni dal Consiglio Scientifico del Museo Archeologico Nazionale di Taranto. Sulla procedura seguita per la mia nomina e la questione della data dell'inaugurazione del nuovo allestimento del Museo non mi dilungo. Il primo argomento non interessa a nessuno; per il secondo è sufficiente leggere con serenità quanto da me scritto il 15 luglio scorso per comprendere che non esiste. È, invece, significativo quanto scrive Giulio Volpe a proposito del coinvolgimento della Direttrice pro tempore nella realizzazione del nuovo allestimento del Museo. Volpe ci informa che è stato nullo. A quale titolo, quindi, la Direttrice pro tempore ha occupato fino ad oggi la sua funzione, così da poter accogliere, fra qualche giorno, le Autorità convitate a solennizzare l'inaugurazione? Perchè la Direttrice pro tempore non è stata in grado non dico di guidare, ma almeno di partecipare alla realizzazione dell'allestimento stesso? Ne è stata impedita? Oppure non ha voluto? Non posso pensare che non abbia saputo. Qualunque sia la risposta a queste domande, non cambia la conseguenza: la Direttrice pro tempore non è responsabile del nuovo allestimento museale (e quindi non si comprende a quale titolo occupi il suo posto); la stessa non conosce alcunché dell'allestimento stesso (tanto che non è stata in grado di informarne il Consiglio Scientifico); la stessa prenderà in consegna un museo che sarà rapidamente rivoluzionato secondo il criterio dell'attuale Direzione, oppure sarà lasciato così come altri l'hanno allestito, e quindi estraneo, freddo e muto nei riguardi della gestione ufficiale. Si deduce, inoltre, che la Direttrice pro tempore non è stata in grado di coinvolgere coloro che hanno completato il nuovo allestimento: quindi non è stata in grado né di molcire né di stroncare, come predicava Machiavelli. Se ammiriamo la mitezza mostrata, non possiamo nella stessa misura ammirare il livello di leadership (non) evidenziato. Eppure, la scelta dell'attuale Direttrice è stata l'esito di un concorso internazionale! In definitiva, pare che a Taranto la riforma non abbia sortito gli effetti sperati e annunciati.

Sono costretto, adesso, a riferirmi a quanto Giulio Volpe afferma a proposito della motivazione delle mie dimissioni. Anche per questo argomento rimando a quanto ho scritto il 15 luglio: se Volpe non si sente coinvolto dal modo nel quale viene trattato colui che lui stesso, come rivendica, ha proposto non so che dire. Fossi nei suoi panni, avrei apprezzato. Ma non siamo tutti uguali. Posso, inoltre, assicurare Volpe che le mie dimissioni non hanno lo scopo di far accendere i riflettori su di me e su quanto faccio. Da quando sono in pensione, il mio ideale è lathe biosas: ma non posso non reagire alle offese alla mia dignità personale, come in questo caso. Continuo anche ad appassionarmi alle sorti del patrimonio culturale del nostro Paese: e ritengo che la riforma Franceschini sia stata quanto di peggio si potesse immaginare al proposito. Così, nella realtà, si constata nelle schizofreniche vicende del Museo Archeologico di Taranto: nel quale chi ha titolo non ha agito; mentre chi non ne ha è artefice del nuovo allestimento.

In passato, Giulio Volpe ha assicurato per scritto di non essere fautore del pensiero unico: affermazione che gli fa onore. Ma lo prego di dimostrarlo anche con i fatti: non travisando l'altrui pensiero e scritto, non ipotizzando arrières pensées triviali, riconoscendo che non tutto quanto la riforma Franceschini abbia previsto funzioni al meglio.
PIER GIOVANNI GUZZO


Visita e gioca i nostri giochi sesso gratis. porno




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news