LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Che geni, gli antichi greci e romani
Pasquale Esposito
Il Mattino, Napoli, 12/7/2005

Inaugurata la mostra sulle invenzioni nel periodo ellenistico: un viaggio nel tempo attraverso reperti archeologici e la ricostruzione di strumenti.


Era alto 120 metri, la sua luce si poteva vedere a 50 chilometri di distanza. Il Faro di Alessandria, una delle sette meraviglie del mondo, costruito dai Tolomei sull'isola di Pharos per indicare la rotta ai naviganti che si avvicinavano alla citt affinch non si insabbiassero sul banchi creati dalla corrente del delta del Nilo, accoglie - nella sua ricostruzione virtuale - i visitatori nel rinnovato ingresso, che poi quello centrale che gi aveva tale funzione, del Museo Nazionale Archeologico: da ieri c' un motivo in pi per andare al Museo, gi ricco di prestigiose testimonianze d'arte di spessore mondiale. stata, infatti, inaugurata una singolare esposizione - Eureka! Il genio degli antichi che indaga e divulga lo straordinario universo della scienza e della tecnica del mondo greco a cura di Eugenio Lo Sardo e di un comitato scientifico composto da studiosi del calibro di Stefano De Caro, Adriano La Regina, Fausto Zevi, Maria Rosaria Borriello, Emesto Capanna, Salvatore Settis, Valeria Sampaolo, lo stesso Lo Sardo, la soprintendente ai Beni archeologici Maria Luisa Nava, Filippo Coarelli, Franco Conti, Lucio Russo.
un viaggio alle radici del tempo, delle invenzioni, del genio degli antichi, come appunto - recita il titolo della mostra, chiaramente ispirato all'esclamazione (Eureka!) lanciata da Archimede di Siracusa, la cui figura avvolta nella leggenda. La mostra - inaugurata dal viceministro ai Beni culturali Antonio Martusciello, dagli assessori regionale e provinciale Marco Di Lello e Antonella Basilico, dal direttore regionale Stefano De Caro, dalla soprintendente Nava - consente di scoprire come gli antichi greci ed i romani fossero popoli estremamente evoluti soprattutto nella ricerca tecnologica e scientifica.
Fino al 9 gennaio sar possibile ammirare automi, orologi, armi tecnologiche, perfino la macchina a vapore, altre invenzioni. Tra queste il teatro delle meraviglie, strumenti dell'acustica e della pneumatica, veri prodigi di acqua e vapore, fontane canore e perenni, teatri meccanici, l'eolipila. Invenzioni che son giunte ai nostri tempi, elaborate nel corso dei secoli, ma che da quei genii presero le mosse. Tra i pezzi in mostra, inoltre, si possono ammirare riproduzioni e modelli funzionanti di grandi macchine o strumenti del mondo greco come l'organo idraulico di recente ritrovamento, oltre a rari reperti archeologici (l'Atlante Farnese, il titano che regge sulle spalle la volta celeste, una delle pi complete rappresentazioni antiche dello zodiaco), i progetti completi di una macchina pneumatica, grome, stadere, e l'unico astrolabio bizantino di Anticitera, per la prima volta in mostra in Italia. Prezioso l'apporto della Biblioteca Nazionale di Napoli che presenta una serie di manoscritti e libri rari di notevole importanza, primo fra tutti il Papiro ercolanese 1061, l'unico testimone sinora noto della Geometria di Demetrio Lacone, figura di primissimo piano nell'ambito della ricerca epicurea, vissuto tra il 150 e il 75 a.C. Questo di Eureka! uno dei pochissimi momenti in cui il visitatore pu godere direttamente della vista di un originale papiro ercolanese al di fuori dell'Officina dei Papiri Marcello Gigante della Biblioteca Nazionale di Napoli, dove vengono studiati da studiosi altamente specializzati.
Il progetto, interamente finanziato dall'assessorato regionale ai Beni culturali con un investimento di 750.000 euro prelevati dal Programma operativo regionale, si estende su una superficie di circa 2.200 metri quadrali oltre ad alcune installazioni poste all'aperto. Le tracce di questo passato - ha osservato Martusciello, sottolineando la sinergia fra Stato, ministero ed enti locali - sono ormai patrimonio dell'umanit e vanno raccolte, valorizzate e consegnate alle nuove generazioni. Non mi sorprenderebbe se questa esposizione ad ottobre fosse inserita nei circuiti didattici delle scuole e diventasse itinerante.
In cinque anni - ha spiegato Di Lello - abbiamo inaugurato 42 mostre a fronte di una spesa di 17 milioni di euro, con un incremento dei visitatori nei musei del 4% che corrisponde a circa 100.000 visitatori in pi al giorno. Inoltre sono gi stati investiti 10 milioni di euro per completare la ristrutturazione dell'ala del Museo Archeologico destinata proprio alle innovazioni tecnologiche.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news