LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Sebino riparte dalla passerella
Alessandra Troncana
Corriere della Sera - Brescia 5/7/2016

Maroni propone una ciclabile giallo dalia e i sindaci della zona pianificano il futuro

Sullopera di Christo hanno camminato un milione e duecentomila persone. Un successo. E il futuro del Sebino riparte da qui, il presidente Maroni promette: Presto una ciclabile di 60 chilometri, sar a strisce giallo dalia.

Gente vestiti da Ges, isterici che fanno gli sgambetti in coda, iettatori che invocano la sarneghera, gente che lavora in un ufficio senza aria condizionata e senza pause e 1,2 milioni di discepoli che hanno calpestato larte in 16 giorni: alla fine, mentre i trattori cominciano a caricare pacchi di tessuto giallo dalia, e i tratti di collegamento della passerella vengono rimossi, restano solo i bagni chimici (ancora per qualche ora). Sulla passerella ormai decapitata c ancora il feltro bianco: The Floating Piers sar smontato e mandato al riciclo nel giro di tre mesi.

Lartista bulgaro ha spedito un virgolettato via mail: Ogni progetto un pezzo delle nostre vite ed qualcosa che non dimenticher mai ha detto Christo . Io e Jeanne-Claude abbiamo concepito lidea di The Floating Piers nel 1970. Solo in seguito ho capito che il lago dIseo era il luogo in cui avevo davvero sentito lispirazione per realizzare questo progetto. Lacqua del lago, il paesaggio e le cittadine intorno ad esso. Tutto questo stato The Floating Piers. Uno degli aspetti pi importanti senzaltro la sua temporaneit: unopera momentanea, transitoria, da vivere a pieno nella brevit della sua permanenza. Questo il motivo per cui dopo 16 giorni tutto finito.

Nel giro di tre mesi sar come se non fosse mai stato qui: ci vorr tanto per smontare la passerella e spedire i pezzi a vari indirizzi dEuropa. I 220 mila cubi andranno alle industrie di materie plastiche, il tessuto e il feltro diventeranno moquette e tappeti, gli ancoraggi da 5,5 tonnellate saranno polverizzati. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno lavorato con noi. Non avremmo mai potuto farcela senza questi specialisti.

Il ponte galleggiante non c pi, ma potrebbe restare il giallo dalia, anche se il presidente della Regione Roberto Maroni di solito preferisce il verde: Vorrei concludere la ciclabile sul lago dIseo, una cosa tipo quella del lago di Varese, e con inclusi i paesi bergamaschi: 60 chilometri e le strisce giallo dalia.

Ieri, erano ancora tutti a Sulzano, a farsi aria con i volantini nella chiesa dei Disciplini: sindaci, Regione, prefetto, Arpa, Trenord, il decisore brizzolato Mario Boero, la societ di Christo e tutti quelli che hanno lavorato al miracolo: Questo evento stato gestito senza decreti, finanziamenti da Roma e norme straordinarie: il Governo prenda esempio ha detto Maroni Ora vorrei sapere dai sindaci con quali iniziative potremmo mantenere il successo del lago: entro fine luglio, con la legge di assestamento del bilancio, dar loro una ricompensa.

Nella lista delle cose in programma, mostre itineranti sulla passerella, virtual book, un testimonial di cui lassessore regionale Mauro Parolini (che sta lavorando a un bando da 8 milioni per opere e prodotti turistici) non vuole dire il nome e il passaporto della Lombardia. Al diciassettesimo giorno, il prefetto Valerio Valenti si ripos: Abbiamo gestito una marea umana che voleva a tutti i costi arrivare alla passerella. A volte abbiamo preso decisioni impopolari, ma stato necessario perch tutto funzionasse nel modo giusto. Se qualcuno mi dicesse di rifarlo gli risponderei: aspetta un attimo. Hanno camminato sulle acque 1,2 milioni di visitatori: la cifra che girava domenica sera, quasi un milione e mezzo, lorda (qualche impudente passato due o tre volte davanti alle celle conta-discepoli). Trenord ha fatto i turni straordinari: 1.200 treni e 460 mila passeggeri. I battelli, pure: sono entrati nella storia dellarte via acqua in 400 mila. Areu ha fatto 1600 interventi in 16 giorni, i vigili hanno staccato 1.700 multe per divieto di sosta e sul posto, oltre a 240 addetti alla sicurezza, hanno lavorato 2.289 volontari. I meteorologi Arpa giravano tutti spettinati al centro di coordinamento: Siamo balzati sulla sedia 437 volte, per celle temporalesche che poi ci hanno sfiorato ha detto Bruno Simini, il loro presidente.

Il famoso allarme rosso scattato solo tre giorni: il 18 e il 26 giugno e il 2 luglio, sempre nel weekend e sempre la sera. Siamo riusciti a prevedere le tempeste.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news