LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La casa del Gattorpardo torner a splendere
ANTONIO PRESTIFILIPPO
Il Mattino, 10/07/2005


C' un palazzo squarciato alle spalle della Prefettura di Palermo, in via Lampedusa 17, dove lo scirocco trascina l'odore del mare che l a due passi tra il porto e la vecchia Cala. una costruzione sontuosa, le cui pareti raccontano un pezzo di storia siciliana che abbraccia trecento anni. A cominciare dal suo ideatore e costruttore, Cesare d'Aragona, che nel XVII secolo ne cominci la realizzazione, a finire al suo pi illustre inquilino: Giuseppe Tomasi di Lampedusa che a questa dimora, acquistata nel 1788 dai suoi avi Tomasi e Valguarnera principe di Lampedusa, era profondamente legato. Tanto legato da dedicargli i suoi "ricordi d'infanzia": La amavo con abbandono assoluto - scriveva nel 1951 - E la amo ancora adesso quando essa da dodici anni non pi che un ricordo. Il palazzo, con mura asimmetriche, ricco di saloni orlati di stucchi, cortili, e appartamenti mai finiti al secondo piano, cominci la sua tristissima agonia negli ultimi giorni di gennaio 1943 quando uno dei bombardamenti dell'aviazione americana frantum con uno schianto terribile tutte le sue finestre. Era solo l'inizio della fine. Il 22 marzo, l'esplosione di una nave nel porto di Palermo colp con le sue schegge il palazzo scoperchiando l'immensa biblioteca. Tra il 5 aprile e il 10 maggio di quell'anno, altri bombardamenti lo centrarono per almeno altre due volte: quasi ferito a morte, il palazzo gemette senza pi la sua scala principale e senza neanche pi il grande portone. Ora questo palazzo, queste "ripugnanti rovine" di cui rimangono quasi intatti la stanza da letto della madre, i servizi e qualche salone nella sua unica ala integra, potrebbe tornare a nascere non solo nella simulazione dei progettisti che gi sulla carta esiste, ma nei fatti, nella prospettiva e nelle ombre. Loro sono tre architetti, Italo Rota, Franco Miceli e Nicola Piazza pronti a scommettere che il palazzo che faranno risorgere (adesso propriet di privati) potr reggere il confronto con la suggestione che esprime ancora il vecchio monumentale caseggiato bench sbrecciato e fatiscente. Mai operazione di restauro, condivisa dal Comune, straordinariamente vicina alla filosofia di vita del barone di Salina, protagonista del Gattopardo. Quella filosofia che esprimeva un concetto, appunto, gattopardesco: se vogliamo che tutto rimanga com', bisogna che tutto cambi. Come il Palazzo di via Lampedusa, appunto.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news