LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Urso: bisogna privatizzare di pi
Il Sole 24 Ore, 10/07/2005

Le due linee di An/ Obiettivo 10% per Eni, Enel e Finmeccanica
ROMA ■ assolutamente necessario accelerare sulle privatizzazioni, sia nel Dpef, sia nell'ultima manovra economica di questa legislatura.

Adolfo Urso, viceministro delle Attivit Produttive, sulle privatizzazioni chiede una politica pi aggressiva rispetto ai vertici del suo partito, Alleanza nazionale.

Le privatizzazioni non devono essere uno spauracchio, ma una bandiera per An.
Si deve e si pu privatizzare di pi. Non solo per fare cassa, obiettivo che comunque non va disprezzato, perch fare cassa significa ridurre la montagna del debito pubblico, in modo da rispettare i vincoli europei e poter fare nel contempo una politica di sviluppo, dice Urso.

L'altro effetto positivo che la politica delle privatizzazioni uno degli aspetti fondamentali di una buona politica liberale, un elemento essenziale di un Governo di centro-destra.
Privatizzando di pi e meglio si pu far crescere la concorrenza, migliorare la qualit dei servizi e ridurre i prezzi.
Enel andata meglio di quanto pensassimo. Il mercato azionario adesso in crescita, costante e graduale. Bisogna cogliere questo momento favorevole. Urso propone di partire da Eni, Enel e Finmeccanica, i campioni nazionali dell'energia e dell'industria della difesa. Li metto tutti e tre insieme sia perch in questi gruppi lo Stato, anche attraverso la Cassa Depositi e Prestiti, possiede circa il 30% del capitale, sia perch gestiscono attivit strategiche. La soglia del 30% non inviolabile. Bisogna definire come si pu vendere ancora una quota, studiando le forme tecniche pi appropriate affinch, nella ulteriore riduzione, non diventi pi facile una scalata aggressiva di questi gruppi. Una volta ci si proteggeva con la gol-den share, adesso occorrono altri strumenti
che i tecnici conoscono, ad esempio frazionando al massimo la presenza azionaria. Tanti proprietari, meglio tutti proprietari. Urso non precisa la quota ancora cedibile, ma ipotizza un ordine intorno al 10% del capitale. Questo genererebbe 8,8 miliardi per l'Eni, 4,3 per l'Enel, 600 milioni per Finmeccanica.
11 Dpef prevede dismissioni per 15 miliardi di euro quest'anno e 45 nel quadriennio.

Urso inserisce nel programma di dismissioni anche Poste, Alitalia, Rai e municipalizzate. A livello di enti locali negli ultimi anni non si sono fatte dismissioni. Anzi si allargata la presenza pubblica con la creazione di societ di scopo che hanno assunto personale, anche aggirando il divieto del turnover. Gli enti locali dovrebbero privatizzare di pi. Il Governo potrebbe dare degli indirizzi, utilizzando come incentivi i trasferimenti opzionali: condizionandoli al buon governo degli enti locali nelle privatizzazioni.

Per le Poste bisogna chiarire prima se i compratori devono farsi carico anche del servizio universale, come avvenuto per il
telefoni: in questo caso il valore dell'operazione sarebbe inferiore. Se invece si vuole cedere solo il Bancoposta, che vale di pi, bisogna essere consapevoli che resterebbe allo Stato l'onere del servizio universale. Per Alitalia la privatizzazione si pu fare nel quadro di un'alleanza strategica. Penso dice Urso con Air France e, in via aggiuntiva, altre compagnie complementari, come Emirates o Qatar. Per la Rai il problema il governo societario: le regole per le nomine dei vertici non hanno dato un buon esempio ai fini della privatizzazione, stata paralizzata la possibilit di nominare i vertici.
Infine il capitolo Anas e il demanio stradale. Va affrontato come per le Poste, chiarendo che c' un ramo produttivo e molto pi ampia la rete non remunerativa di funzione prevalentemente sociale. Credo comunque che la gestione autostradale sia un esempio positivo. Bisogna riflettere su come estendere questo modello.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news