LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI: Centro antico a rischio Unesco - Da dieci anni patrimonio dell'umanit, ora sotto verifica.
ANGELO CAROTENUTO
la Repubblica, 08/07/2005, ed. NAPOLI



L'UNESCO vigila su Napoli. L'imbarazzo ufficiale nascosto da una frase che ha l'aria lieve di una speranza. Mi auguro che Napoli non diventi un caso. Lo dice Giovanni Puglisi, presidente della commissione italiana dello United Nations Educational Scientific and Cultural Organization, che nel 1995 riconobbe al centro storico della citt un valore universale, inserendolo nella lista del patrimonio mondiale dell'umanit. Un decennale che ora si riempie di disagio, sotto la pressione di numerose denunce sul degrado della zona, e sotto la minaccia della microcriminalit, da qualche settimana particolarmente accanita contro i visitatori stranieri, proprio nell'anno in cui Napoli doveva esserecap itale italiana del turismo. Fonti diverse hanno inviato relazioni su quello che per l'Unesco il patrimonio 726 C, il centro storico di Napoli.


Un folto fascicolo di documenti, una lunga serie di segnalazioni esaminate con cura e sottoposte alla verifica di uomini di fiducia, in ispezione soprattutto lungo i Decumani. Un'operazione gestita con enorme riserbo, cautela e prudenza, senza clamore, ma con grande preoccupazione, come ammette il professor Puglisi, siciliano, 60 anni, una lunga e prestigiosa carriera accademica nel suo curriculum. Esiste un processo d'attenzione, questo s. L'ultimo rapporto napoletano risale a pochi giorni fa: una colonna di granito del perimetro della chiesa di largo Donna regina stata rimossa, e sono state smantellate anche le catene che impedivano la sosta abusiva delle automobili. Un altro episodio inserito nella lista del degrado.
Un patrimonio culturale avrebbe bisogno di risorse e di investimenti, intendo pubblici ma anche privati. Le autorit italiane sono state sollecitate. Tutti i documenti alla nostra attenzionesottolinea il presidente della commissione italiana Unesco sono stati inoltrati al ministero, ai carabinieri, al sindaco di Napoli, al soprintendente, e persino al presidente della Repubblica, Ciampi. In Parlamento se n' discusso con un'interrogazione dell'onorevole D'Antoni al ministro Giovanardi. Sono numerosi gli interventi di carattere culturale che attendono d'essere conclusi, tra cui il recupero del teatro antico di Nerone tra via San Paolo e via Anticaglia, quello di San Pietro a Maiella, e soprattutto la sostanziale ristrutturazione di via Tribunali, perla quale previsto un investimento di 4 milioni di euro. La gara d'appalto dovrebbe essere finalmente sbloccata il prossimo 27 luglio. Sul recupero di Porta Capuana si lavora invece da ieri mattina: il sogno dell'architetto Ferulano scoprire l'antico flusso d'acqua sotto il solco antico, per restituire la piazza all'assetto d'una volta, ponte levatoio compreso.
Ma il presente fatto soprattutto d'ansia, specialmente negli ambienti napoletani dell'Unesco, che hanno fatto giungere sul tavolo del presidente della circoscrizione San Lorenzo-Vicaria, Tortora, e su quello del vicesindaco Papa un'allarmatissima lettera: Visto l'immane degrado in cui versa il centro storico di Napoli, patrimonio mondiale dell'umanit, questo stesso rischia di essere cancellato dalla lista Unesco. Un'ipotesi, al momento, prematura.
La procedura Unesco prevede una serie di passaggi intermedi. Il primo porta a conoscenza del comitato per il patrimonio mondiale eventuali inadempienze, il cui accertamento provoca una richiesta di chiarimento allo Stato italiano. Seguono l'inserimento nella lista del patrimonio in pericolo e solo successivamente l'esclusione. Sono tre i casi italiani tuttora aperti per l'Unesco, e riguardano le isole Eolie, la Valcamonica e le ville palladiane nel vicentino. Ancora Puglisi: Mi auguro che nasca una forte presa di coscienza e che l'Italia reagisca senza dover aspettare un warning. Mi auguro che Napoli non diventi un caso. Il quarto. Intanto l'Unesco vigila.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news