LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Splendono i marmi imperiali nel cuore del Foro della Pace
Francesca Giuliani
la Repubblica - cronaca Roma 9/7/2005

Il getto d'acqua rid luce ai colori del marmo romano mentre i turisti si affollano a guardare gi dalla balaustra su via dei Fori imperiali. Era qui il centro del Foro dellaPace, in questo pavimento tornato sgargiante di giallo e rosso, venti metri per trenta sotto il sole di luglio, disegnato come una scacchiera a grandi quadrati con inscritti dei cerchi, secondo regole che soltanto la committenza imperiale poteva dettare, per dare il tono dovuto al cuore di un "museo" donato a] popolo romano, uno spazio monumentale nel quale Vespasiano imperatore restituiva alle genti le opere che Nerone aveva tenuto solo per s nella sua dimora dorata. Un pezzo di quel favoloso passato tornato sotto gli occhi di tutti, uno spettacolo eccezionale, dato che assicurano gli archeologi non esiste niente di simile a Roma, tranne che al Pantheon.
Il pavimento policromo del Foro della Pace l'ultima scoperta di quel pezzo di terra nuda che si vede all'ombra della Basilica di Massenzio, tra via in Miranda e largo Corrado Ricci, qualche metro sotto l'asfalto bollente della strada dove corrono le macchine ed il risultato di una campagna di scavi della Soprintendenza archeologica di Roma, finanziata con 700 mila euro, ripresa in gennaio e destinata a continuare ancora per un annetto, sotto la direzione scientifica di Claudio Mocchegiani Carpano e con il coordinamento delle attivit di scavo affidate all'archeologa Stefania Fogagnolo.
Come sempre nei casi migliori, il contesto archeologico un complesso intreccio di epoche e dati, notizie e lacune. Il pavimento in opus sectile, giallo antico, porfido e pavonazzetto ed parte del restauro di epoca severiana del Tempio che si trovava all'ombra della collina Velia, orientato in direzione dell'attuale piazza Venezia, preceduto da un pronao e da un faraonico colonnato di porfido rosa e marmo grigio, con un gruppo marmoreo raffigurante la Pace svettante sul podio. A quell'epoca la zona dei Fori era ai suo massimo splendore, con una serie di piazze circondate da portici una adiacente all'altra.
Oggi colpisce gli studiosi soprattutto l'eccezionale stato di conservazione del pavimento, in una zona scampata alle spoliazioni che sono poi intervenute a partire dal VI secolo: Continuiamo a scavare e a trovare materiali intonsi, commenta Mocchegiani. Non meno irrilevante, il ritrovamento di diverse "tessere" della Forma urbis severiana, crollata in centinaia di pezzi da un muro proprio l accanto. Una volta di pi, la mirica mappa di Roma antica servita da guida, confermando agli archeologi le sue preziosissime informazioni anche sul Tempio della Pace dove erano custoditi ed esposti anche il candeliere a sette braccia, le trombe d'argento e le tavole della legge raffigurati nell'arco di Tito.
Lo scavo continua. Gran parte del pavimento si estende con certezza anche sotto l'asfalto intoccabile della strada; i setti murali di epoca rinascimentale che punteggiano il marmo saranno presto rimossi e il cantiere si estender in direzione del muro di Massenzio a completare una ricerca gi ricchissima. Niente sar interrato: dal Foro romano ci si potr affacciare per vedere questo unicum, consolidato, protetto, ur nuovo gioiello restituito dalle glorie di Roma antica. Che sia dedicato alla pace pare un magico segno del destino o dei tempi da cui gli antichi, capaci di leggere il volo degli uccelli e i sogni delle donne, avrebbero saputo trarre insegnamento.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news