LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ance, pi creativi per lo sviluppo dei centri urbani - lo sviluppo cerca citta` piu` creative
Cristina Jucker
IL Sole 24 Ore 06/07/2005

L`Italia e` il Paese delle citta`, e da qui si deve ripartire. Tanto piu` se e` vero che la globalizzazione e` sostanzialmente una competizione tra territori, come sostiene Claudio De Albertis, presidente dell`Ance (l`associazione dei costruttori edili italiani).

Perche` le citta`?
Perche` sono incubatori di innovazione e sviluppo, perche` stanno diventando sempre piu` centri polarizzanti dell`economia, perche` in citta` si produce piu` del 50% del pil mondiale e si consuma il 90% delle risorse prodotte.
Ma le citta`, per non restare emarginate, devono saper attrarre capitale umano altamente qualificato: la classe creativa, persone capaci di generare salti di conoscenza e innovazioni nella risoluzione dei problemi. Non solo stilisti e designer, ma scienziati, ingegneri, artisti, architetti, manager e professionisti.

Ma le citta` italiane sono particolarmente indietro nella presenza di ``creativi``. Bisogna quindi invertire la rotta, dare una visione strategica alla citta`, creare le condizioni per attrarre talenti e soprattutto farlo in tempi brevi avverte De Albertis. Per aiutare a comprendere meglio questa emergenza l`Ance ha commissionato una ricerca ad Ambrosetti, in cui si e` analizzato come si sviluppano le citta` attraendo forze creative, il caso di alcune metropoli che rappresentano una sorta di benchmark (come Austin, negli Usa, Barcellona, Bilbao, Londra, Shanghai o Valencia), la situazione di cinque citta` italiane (Torino, Milano, Roma, Napoli e Palermo). La ricerca sara` presentata il 12 luglio in un forum alla Triennale di Milano, cui parteciperanno anche il premio Nobel per l`economia Edward Prescott e il professor Richard Florida.

La presenza media della ``classe creativa`` in Italia e` intorno al 14% della forza lavoro totale, e negli ultimi dieci anni e` cresciuta solo di un punto percentuale. Poca cosa rispetto alla media dei Paesi trainanti, attestata intorno al 25%. E` vero che nelle cinque citta` italiane analizzate la presenza di creativi e` superiore alla media nazionale (24,6% a Roma; 23,4% a Napoli; 22,9% a Milano; 22,5% a Palermo e 19,9% a Torino) ma e` ancora lontana da quel 30% necessario per garantire uno sviluppo economico di lungo periodo, come sottolinea Paolo Borzatta, senior partner di Ambrosetti.

Nei prossimi dieci o vent`anni si affermeranno tre o quattro grandi ``capitali del mondo`` (candidate sono Londra, New York, Shanghai e Tokio) e una ventina di grandi capitali regionali (tra queste Parigi, Berlino, il Cairo, Madrid, Mosca). Per non restare emarginate le citta` devono avere una strategia precisa: Pechino ha definito il proprio progetto per il 2020; Francoforte, Lione o Barcellona hanno messo a punto il piano di sviluppo a fine anni 90, l`Italia e` in fortissimo ritardo, Austin, secondo il presidente Ance uno dei casi piu` interessanti, in una decina d`anni ha rinnovato completamente il proprio tessuto urbano, la gente e` andata a vivere li` e le industrie, come la societa` di elettronica Dell, sono state costrette a seguirla. Anche Londra sta puntando molto sulla creativita` (che contribuisce per il 14% circa al pil dell`area, seconda solo ai servizi finanziari), mentre Shanghai ha creato 18 ``parchi`` per accogliere aziende creative (stilisti e designer, ma anche ingegneri e ricercatori).

Talenti, tecnologia e tolleranza sono le tre ``T`` per vincere la sfida. La ricerca dell`Ance, oltre all`analisi, offre anche una serie di indicazioni sulle linee da seguire. Ma la cosa piu` importante e` far capire l`urgenza e far scoccare la scintilla del cambiamento. A Milano, aggiunge De Albertis, servirebbe molto un grande evento, come la candidatura alle Olimpiadi del 2016.







Il Sole 24 Ore




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news