LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Da spettatori a protagonisti
MARCO GARZONIO
Corriere della Sera - Milano, 07/07/2005

Milano vive una stagione d'oro di manifestazioni culturali. Fa piacere vedere il pubblico (in larga parte giovani) accorrere ad ascoltare filosofi, scrittori, poeti. Sagrati di antiche basiliche e teatri storici restituiti alle conferenze rappresentano segno di vivacit e di recupero di attitudine organizzativa e mobilitazione su contenuti alti.
La domanda se gli appuntamenti che smuovono migliaia di persone possono diventare nuove agor, cio piazze in cui la gente conviene, ascolta, si ritrova su idee ed espressioni artistiche, senza per esaurire la presenza nel godimento estetico della serata o nello status symbol del c'ero anch'io. La domanda se le grandi iniziative costituiscono effettivamente i luoghi da cui il pubblico riceve stimoli e incitamento, ha modo di discutere, di stabilire nessi tra ci che viene rappresentato sulla ribalta e ci che accade nella vita di tutti i giorni, di intravedere un seguito, un'efficacia delle parole, un'incidenza. Occorre valutare se possa crescere la partecipazione alla determinazione di quanto avverr poi nella comunit allargata, nella gestione quotidiana della convivenza, nel modo di abitare la citt, di stabilire relazioni, di individuare strade praticabili nell'af-frontare i disagi singoli e collettivi, nel costruire le speranze o le infelicit di tutti e di ciascuno. In altre parole: di fare politica, di preoccuparsi della polis, di uno stare assieme secondo idealit condivise, equit garantita, regole trasparenti e rispettate.
Il terreno da recuperare tanto e il tempo a disposizione poco, ma l'impresa di fare in modo che la gente torni ad appropriarsi della politica non impossibile. Anzi, il recupero di una cittadinanza attiva, di un voler esserci, di un voler contare, il rifiuto dello stato di semplice spettatore e destinatario acritico di decisioni prese altrove rappresentano manifestazioni di un sentire diffuso e sono tutte condizioni perch Milano possa andare avanti con una qualche prospettiva e il Paese riceva iniezioni di fiducia.
Il fare cultura diviene responsabilit sempre pi grande. Chi promuove iniziative e chi le frequenta sa che gli eventi hanno valore in quanto contribuiscono a disseminare sollecitazioni e che le spettacolarizzazioni sono effimere. Milano possiede una consolidata tradizione che esempio e metafora. Nel dopoguerra cresciuta ed ha assunto il ruolo di locomotiva in quanto gli appuntamenti di allora (mostre dell'Ente Manifestazioni Milanesi, Piccolo e altri teatri, conferenze, dibattiti) erano alimento quotidiano con ricadute e restituzioni in centri culturali, associazioni giovanili, circoli di partito. Se i tempi sono mutati, resta per l'esigenza di agor attuali per una polis moderna.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news