LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Articolo 9 - Il governo e le biblioteche
di Tomaso Montanari
27 mag 2016

Quanto contano per questo governo e per il ministro Franceschini le biblioteche?

Una risposta venuta dal bando per i 500 funzionari dei Beni culturali: in cui alle biblioteche sono riservati solo 25 posti per tutta Italia.

Per questo ieri Giovanni Solimine (uno dei nostri migliori studiosi del libro e della lettura) si clamorosamente dimesso dal Consiglio Superiore dei Beni Culturali. Ecco qualche passaggio della sua lettera di dimissioni:

Ci che mi induce a rassegnare le dimissioni sono le scelte fatte in occasione del recente bando per il reclutamento di 500 funzionari, che pure costituisce un altro successo riconducibile alla Sua presenza al vertice del MiBACT. In esso sono previsti solo 25 bibliotecari, e cio una quota assolutamente residuale rispetto alle risorse destinate ad altri settori, senza tenere minimamente conto delle esigenze oggettive del comparto delle biblioteche ...

Ma c dellaltro: nella ripartizione dei posti non si considerato che let media tra i bibliotecari pi elevata che in altri settori (da una rilevazione effettuata nel 2015 risulta che solo il 2,7% del personale in servizio ha unet inferiore ai 50 anni e il 63% dei bibliotecari supera i 60, a fronte del 35% fra gli architetti, 29% fra gli archeologi, 15% fra gli storici dellarte e 14% fra gli amministrativi; ovviamente, la situazione nel frattempo peggiorata). Nellarco dei prossimi 5 anni, circa il 60% dei bibliotecari attualmente in organico lascer il servizio e solo nel corso del 2016 sono previsti 37 pensionamenti.

Si potrebbero aggiungere altre considerazioni, ma non mi dilungo oltre. Mi limito a prendere atto che, per una questione cos rilevante come lattribuzione di risorse umane ad un settore ormai giunto al collasso (riduzione degli orari di apertura, scarsa accessibilit del patrimonio, invecchiamento delle collezioni, costante abbassamento del livello dei servizi erogati, contrazione dellutenza e, come conseguenza di tutto ci, una sostanziale marginalit delle biblioteche statali nel panorama bibliotecario nazionale) non si ritenuto di usare altri parametri se non quelli aritmetici. Mi sarei aspettato che lAmministrazione esercitasse responsabilmente il diritto/dovere di compiere scelte in base a criteri orientati a governare un armonico sviluppo dei diversi comparti del Ministero, o quanto meno finalizzati a garantire la sopravvivenza degli istituti.

Comprender che, in questa situazione, ritengo che la presenza di un esperto del settore delle biblioteche allinterno del Consiglio superiore sia del tutto inutile.

Per lo stesso motivo ieri si sono dimessi anche Mauro Guerrini, Luca Bellingeri, Paolo Matthiae e Gino Roncagli: e cio l'intero Comitato tecnico scientifico per le biblioteche e gli istituti culturali. In una loro lettera a Franceschini hanno scritto che

In questa situazione, mentre da un lato appare in serio pericolo leffettivo esercizio da parte dello Stato delle funzioni di tutela sui beni librari, lo stesso futuro di molte delle principali biblioteche del nostro Paese risulta irrimediabilmente compromesso e fortemente pregiudicata la possibilit per esse di continuare a poter svolgere un adeguato servizio al pubblico ed a favore dellintera comunit nazionale. Basti pensare che nelle sole regioni di Lazio e Toscana, dove concentrato il pi alto numero di biblioteche pubbliche statali, comprese le due Biblioteche Nazionali Centrali, chiamate a garantire lerogazione dei servizi bibliografici nazionali, la carenza in organico di figure di funzionario bibliotecario ammonta a 37 unit, a fronte delle 15 per le quali prevista lassunzione.

Nella convinzione di non poter condividere tali scelte e della sostanziale inutilit dello sforzo fin qui intrapreso a favore delle nostre pi importanti e significative biblioteche, anche attraverso lelaborazione di specifiche proposte di intervento che in ogni caso non possono prescindere dal ricorso ad un adeguato personale tecnico scientifico, per quanto sopra esposto i sottoscritti, componenti del Comitato tecnico scientifico per le biblioteche gli istituti culturali, con la presente si vedono pertanto costretti, seppur con grande rammarico e dispiacere, a rassegnare le proprie dimissioni da tale organo, non ritenendo in una tale situazione di poter pi fornire alcun utile contributo al futuro delle nostre biblioteche statali.

Un altro duro colpo alla propaganda che parla di un nuovo corso per la politica della cultura.

http://articolo9.blogautore.repubblica.it/2016/05/27/il-governo-e-le-biblioteche/?ref=HROBA-1


news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news