LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lanci Ansa su concorso Mibact. Dimissioni e proteste

Pochi bibliotecari in bando assunzioni, dimissioni al Mibact
Lasciano Solimine, Matthiae, Bellingeri, Roncaglia, Guerrini

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Troppo pochi i 25 posti per bibliotecari previsti nei bandi per le 500 nuove assunzioni pubblicati due giorni fa dal Mibact. E' la denuncia di Giovanni Solimine, esperto del settore biblioteche, che in una lettera al ministro della cultura Dario Franceschini annuncia le sue dimissioni dal Consiglio superiore per i beni culturali e sottolinea: "In queste condizioni la mia presenza inutile". E non il solo: con un'altra lettera, a pi firme, lasciano per gli stessi motivi il loro incarico anche i quattro professori del comitato tecnico scientifico per le biblioteche e gli istituti culturali Mauro Guerrini (presidente), Luca Bellingeri (vicepresidente), Paolo Matthiae (membro) e Gino Roncaglia (membro). (ANSA).
LB/ S0B QBXB


Pochi bibliotecari in bando assunzioni, dimissioni al Mibact
(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Il bando per il reclutamento di 500 funzionari " un altro successo riconducibile alla sua presenza", premette il professor Giovanni Solimine nella sua lettera a Franceschini, puntando per il dito sulla scelta di prevedere in quest'ambito solo 25 bibliotecari "e cio una quota assolutamente residuale rispetto alle risorse destinate ad altri settori, senza tenere minimamente conto delle esigenze oggettive del comparto delle biblioteche". Per giunta, fa notare il professore, nella ripartizione dei posti non si considerato che l'attuale et media tra i bibliotecari particolarmente alta ("il 63% supera i 60 anni) tanto che "nell'arco dei prossimi cinque anni circa il 60% dei bibliotecari attualmente in organico lascer il servizio e solo nel corso del 2016 sono previsti 37 pensionamenti". Di qui il j'accuse: "Per una questione cos rilevante come l'attribuzione di risorse umane ad un settore ormai giunto al collasso non si ritenuto di usare altri parametri se non quelli aritmetici" e la conseguente decisione di lasciare. Altrettanto severa la critica del comitato tecnico scientifico per le biblioteche e gli istituti culturali presieduto da Mauro Guerrini, secondo cui in questa situazione "appare in serio pericolo l'effettivo esercizio da parte dello Stato delle funzioni di tutela sui beni librari" e "lo stesso futuro di molte delle principali biblioteche del nostro Paese risulta irrimediabilmente compromesso e fortemente pregiudicata la possibilit di esse di continuare a poter svolgere un adeguato servizio al pubblico ed a favore dell'intera comunit nazionale". I quattro professori fanno l'esempio di Lazio e Toscana, "dove concentrato il pi alto numero di biblioteche pubbliche statali": qui, sottolineano, le carenze di organico ammontano "a 37 unit, a fronte delle 15 per le quali prevista l'assunzione". Da qui le dimissioni dei saggi "nella convinzione di non poter condividere tali scelte e della sostanziale inutilit dello sforzo fin qui intrapreso". (ANSA).
LB/ S0B QBXB

Emergenza cultura, Bando assunzioni Mibact dimentica il Sud. Piattaforma, Franceschini riveda piante organiche su necessita'
(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Un bando che 'condanna a morte interi settori del patrimonio storico e artistico della Nazione e
taglia fuori 'da ogni prospettiva di sviluppo parti cruciali del Paese'. Con un durissimo documento la piattaforma Emergenza Cultura spara a zero sul concorso per 500 assunzioni di funzionari lanciato due giorni fa dal Mibact e torna a chiedere 'una revisione delle piante organiche che parta dalle reali esigenze di tutela del patrimonio culturale'.
Vengono segnalati i pochi posti riservati alle biblioteche ('solo 25 per tutta Italia') e agli storici dell'arte (40 in tutto). Ma il dato piu' rilevante, viene sottolineato, ' la rimozione radicale del Mezzogiorno'. La Campania, accusa in particolare l'associazione, che ha tra i suoi promotori lo storico dell'arte Tomaso Montanari, 'avr zero storici dell'arte. Come la Puglia, l'Abruzzo, la Calabria: alla fortunata Basilicata ne toccher uno, al Molise due'. Non solo: 'Se guardiamo agli archivisti (che pure sono in tutto 95: e meno male, dato lo sfascio terribile dei nostri depositi di memoria), constatiamo che nessuno di questi posti tocca alla Campania, alla Puglia, all'Abruzzo e alla Calabria. Regioni a cui non tocca, va da s, nemmeno uno dei pochissimi bibliotecari'.
Una situazione che, secondo Emergenza Cultura, ' frutto della arbitraria riduzione delle piante organiche operata da Franceschini' e che al Sud sarebbero gi complete. 'Ma chiunque viva in quelle regioni testimone di una situazione di sfascio
inimmaginabile: le biblioteche, gli archivi e il patrimonio
artistico diffuso del Mezzogiorno sono inaccessibili e in rovina proprio a causa della penuria di personale, oltre che di finanziamenti ordinari'. Al contrario vengono fatti notare 'i numerosissimi posti riservati al Lazio ministeriale'. Oggetto di
denuncia anche la procedura della selezione fissata dal bando nella quale si chiede 'di predisporre un atto amministrativo' 'non si punta, cio, sulla preparazione scientifica, ma su una competenza amministrativa che si dovrebbe semmai invece imparare una volta entrati nei ranghi del Ministero'.
(ANSA).

Confsal Unsa, su Bando assunzione Mibact "intervenga Renzi"
(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Espletare le pratiche per i 500 posti messi a bando dal Mibact comporter "una spesa eccessiva e superiore a quella che avrebbe comportato lo scorrimento delle graduatorie con idonei degli stessi concorsi, funzionari pubblici gi con grande esperienza e subito disponibili". E' la denuncia del sindacato Confsal Unsa, che boccia i nuovi bandi per le assunzioni di funzionari appena pubblicati dal ministero guidato da Franceschini. "E' un'operazione mediatica" denuncia il segretario Giuseppe Urbino, "intervenga Renzi". In una nota il sindacalista sottolinea che i 500 posti "arrivano in barba a chi all'amministrazione ha dato una vita prestando onorato servizio con grande senso dello Stato". E ricorda "i tanti idonei delle riqualificazioni precedenti, per gli stessi profili per cui sono stati banditi questi concorsi", che "almeno al momento, non potranno sperare di vedersi promossi". (ANSA).
COM-LB/ S0B QBXB

Mibact: M5S, dimissioni conseguenza sordit governo
(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Le dimissioni dal consiglio superiore di Giovanni Solimine e dei professori del comitato tecnico scientifico per le biblioteche e gli istituti culturali Lo affermano i parlamentari M5S in commissione Cultura, "sono la diretta conseguenza dell'assoluta sordit e mancanza di dialogo che il governo e il ministro Franceschini hanno dimostrato in questi due anni nei confronti del mondo della cultura". Lo scrivono in una nota i parlamentari M5s in commissione cultura. "Gesti, quelli delle dimissioni, che giungono al termine di un percorso che al mondo della cultura ben chiaro. Quando mancano le risorse, si impossibilitati a compiere decentemente il proprio operato o ad avanzare proposte per il bene del nostro patrimonio le risposte possono essere solo due: o l'assoggettamento o il rifiuto. Dal mondo della cultura - concludono i parlamentar M5s- arriva un messaggio di coraggio e libert che auspichiamo sia il preludio di un generale scatto d'orgoglio nei confronti di un Governo accentratore e incurante delle istanze dei cittadini e degli operatori del comparto"(ANSA).

Franceschini a dimissionari, bando assunzioni svolta Mibact
(ANSA) - ROMA, 27 MAG - "La prossima assunzione di almeno 25 funzionari bibliotecari un avvenimento molto significativo per questo Ministero, che non si verificava da circa venti anni". Il ministro della cultura Dario Franceschini, secondo quanto risulta all'ANSA, risponde cos ai professori che in disaccordo con le scelte del bando per le 500 nuove assunzioni gli annunciano le dimissioni dal consiglio superiore dei beni culturali. E mentre difende l'operato del Mibact ("era l'unica scelta possibile") e chiede ai professori di ritirare le dimissioni, anticipa che "entro l'estate" sar messo a punto il nuovo decreto ministeriale sulle dotazioni organiche: in quella sede, assicura, "saranno considerate le esigenze rappresentate da tutti i settori, incluso quello delle biblioteche". Non solo: il decreto interministeriale di disciplina della procedura concorsuale, fa notare il ministro, "prevede espressamente che la graduatoria degli idonei sar pari al 100 per cento dei vincitori. Dunque, un semplice scorrimento della graduatoria potr consentire di assumere fino a 50 bibliotecari". (ANSA).

ANSA/ Dimissioni e proteste, polemica su concorso Mibact
Lasciano membri Consiglio superiore. Ministro, bando svolta

(di Silvia Lambertucci) (ANSA) - ROMA, 27 MAG - Le biblioteche umiliate con un numero troppo esiguo di posti a concorso, il meridione "dimenticato", gli archeologi contro una procedura che "penalizza i pi esperti". Due giorni dopo la pubblicazione online dei bandi, polemica sull'epocale concorso da 500 posti lanciato dal Mibact di Dario Franceschini, con 5 professori del Consiglio superiore dei beni culturali e annesso Comitato tecnico scientifico per le biblioteche che annunciano le dimissioni in blocco, associazioni che protestano, gli archeologi che valutano l'impugnazione. Il ministro fa muro: il concorso " una svolta", al Mibact non si assumeva da 20 anni, ribadisce rispondendo punto punto ai professori dimissionari. Meglio di cos, al momento, non si poteva fare. Anche se entro l'estate, assicura, arriver "il nuovo decreto sulle dotazioni organiche" e l "saranno considerate le esigenze rappresentate da tutti i settori". Tant', il primo a firmare le dimissioni, con una lunga e sofferta missiva, Giovanni Solimine, studioso esperto di biblioteche, nominato proprio da Franceschini, poco pi di un anno fa, nel Consiglio superiore. Punta il dito sui 25 posti riservati nel bando ai bibliotecari, "una quota residuale", lamentando che "per una questione cos rilevante come l'attribuzione di risorse umane ad un settore ormai giunto al collasso non si ritenuto di usare altri parametri se non quelli aritmetici". Sulla stessa linea anche la lettera firmata dai quattro professori del Comitato tecnico, Mauro Guerrini (presidente), Luca Bellingeri, Paolo Matthiae, Gino Roncaglia. In questa situazione, scrivono annunciando anche loro le dimissioni, "appare in serio pericolo l'effettivo esercizio da parte dello Stato delle funzioni di tutela sui beni librari". E non solo: "Lo stesso futuro di molte delle principali biblioteche del nostro Paese risulta irrimediabilmente compromesso". Emergenza Cultura, la piattaforma lanciata dallo storico dell'arte Tomaso Montanari, va gi dura: "Un bando che "condanna a morte interi settori del 'patrimonio storico e artistico della nazione'" e taglia fuori "da ogni prospettiva di sviluppo parti cruciali del Paese", in particolare il Mezzogiorno. Mentre l'Associazione Nazionale Archeologi valuta l'impugnazione del bando, la Confsal Unsa se la prende con i costi dell'operazione (" spreco, intervenga Renzi") e i parlamentari M5s in commissione cultura sottolineano che le dimissioni "sono la diretta conseguenza dell'assoluta sordit e mancanza di dialogo che governo e Franceschini hanno dimostrato nei confronti del mondo della cultura". Il ministro non si scompone. E' stata fatta "l'unica scelta possibile", sottolinea rispondendo ai professori. "La distribuzione dei 500 posti tra i 9 profili contemplati dalla legge - scrive - stata compiuta secondo l'unico criterio possibile: l'equa e proporzionale assegnazione di risorse umane a ciascun profilo". Tanto pi che i 500 posti, fa notare, non bastano a coprire le carenze del Mibact, che "ammontano a 773". Per le biblioteche comunque, non detto che si faranno solo 25 assunzioni: "Il decreto interministeriale di disciplina della procedura concorsuale prevede espressamente che la graduatoria degli idonei sar pari al 100 per cento dei vincitori. Dunque, un semplice scorrimento della graduatoria potr consentire di assumere fino a 50 bibliotecari".



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news