LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Spiagge. Wwf: Ddl competitivita' mette a rischio coste sarde
Redazione Econews, 06/07/2005



"In arrivo ecomostri legalizzati sulle spiagge italiane". Il Wwf lancia
l'allarme dopo l'approvazione data ieri dalla Camera al disegno di legge
sulla competitivita', "ispirata dal ministro Tremonti", che introdurrebbe
"la possibilita di ottenere l'autorizzazione a costruire grandi
insediamenti turistici con una procedura semplificata e accelerata". Per il
Wwf si tratta di un "immenso pasticcio il cui vero scopo e' aprire il
demanio marittimo a insediamenti di grandi se non grandissime dimensioni
(un'attivita con 250 addetti e una media azienda industriale), facendo
riferimento ad un presunto 'interesse nazionale' alla realizzazione
dell'infrastruttura turistica, quasi ci trovassimo di fronte a
indispensabili infrastrutture energetiche o di trasporto". "Anche se nel
testo attuale e' stata per fortuna stralciata l'ipotesi della concessione
novantennale, con l'art. 22 (ex14) del Ddl che e stato votato oggi a
Montecitorio - commenta Gaetano Benedetto, segretario aggiunto del Wwf - si
apre il demanio marittimo alla costruzione di grandi strutture e
infrastrutture turistiche stabili senza alcuna garanzia. Infatti con una
procedura accelerata e semplificata, che si conclude in 4 mesi (165
giorni), le regioni, con l'avallo del Governo, potranno definire accordi di
programma che coinvolgano i comuni interessati che si potranno concludere
con il silenzio assenso, senza alcun potere di veto da parte delle
amministrazioni competenti in materia ambientale e paesaggistica. Ci
aspettiamo che al Senato maggioranza e opposizione cambino volto ad una
norma impresentabile". Il Wwf ricorda che la norma, se approvata,
"metterebbe a rischio regioni come la Sardegna, dove la amministrazione
autonoma ha resistito nel tempo, tutelando con una legge regionale la
fascia costiera, facendo riferimento alla lr 23/1993, e' stato introdotto,
con la 'legge salvacoste' n. 8/2004 della giunta Soru, un vincolo
permanente di inedificabilita entro la fascia dei 300 metri ed un vincolo
transitorio, in attesa della nuova pianificazione paesistica, nella fascia
tra i 300 m e i 2 km, opponendosi cosi alle speculazioni di multinazionali
e colossi nazionali del mattone". Secondo il Wwf "il concetto di 'bene
demaniale' dovrebbe invece essere molto diverso: occorrerebbe realizzare le
costruzioni e i manufatti stabili e di grandi dimensioni ben al di fuori
della fascia pubblica (che e in genere assai ristretta), ed in quest'ultima
ubicare semmai solo le attrezzature balneari indispensabili e di facile
rimozione. Applicare la norma del silenzio/assenso in aree quali quelle del
demanio marittimo, di pregio dal punto di vista ambientale e paesaggistico
e funzionali alla fruizione pubblica, e' davvero grave. Non puo' bastare
certo come garanzia, dal punto di vista ambientale, lo studio di
prefattibilita' a corredo del progetto". (Dire)



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news