LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ricette per la competitivit
di Fabio Tamburini
Il Sole 24-Ore, 03 luglio 2005


L'Italia deve imparare ad effettuare con decisione e intelligenza la difesa delle proprie esigenze nazionali nei confronti degli altri partner europei, scrive Pietro Armani, deputato e membro della direzione nazionale di An, per anni vicepresidente dell'In. A partire da Francia e Germania, aggiunge, che fin dall'Europa a sei, cio della vecchia Cee, hanno sempre fatto in ogni caso e prima di tutto i loro specifici interessi.

Sempre secondo Armani, questo non significa mandare a fondo quel tanto di Europa che oggi realmente possibile e vitale, ma riscoprire anzitutto gli interessi nazionali specifici nella sfera geopolitica e geoeconomica, ove l'Italia si colloca da sempre in posizione diversa da Francia e Germania, tendenzial-mente pi vicina alla Gran Bretagna e, quindi, agli Stati Uniti.

L'occasione per disegnare scenari di nuove alleanze internazionali il libro Riconquistare competitivita, scritto da Armani e pubblicato con introduzione di un altro grande vecchio dell'Iri.

Massimo Pini, all'epoca esponente del comitato esecutivo e uno dei collaboratori pi vicini al segretario del Psi. Bettino Craxi.

Proprio Pini sottolinea l'opportunit che si ricominci a parlare di interesse nazionale, chiarendo che non vuole dire naturalmente un ritorno ai nazionalismi, ma semmai un approccio ai problemi dell'Unione europea che sia realistico e non condizionato da quel gregarismo pseudo-europeo, succube dell'asse franco-tedesco, che ha caratterizzato la politica europea del centrosinistra fin dalla corsa di Romano Prodi all'ingresso nell'euro a tutti i costi.

Ecco perch Pini condivide quello che definisce l'invito di Armani a una azione spregiudicata e aggressiva a favore degli intercsi nazionali anche nei luoghi delle burocrazie europee e sottolinea come il suo libro si potrebbe definire un programma di governo per l'ultima parte della legislatura.
Un programma che parte da una critica severa al centro destra sostenendo, scrive Armani, che non sembra sia stato capace finora di dimostrarsi sempre all'altezza della sfida, soprattutto nel campo economico e fiscale, durante i primi quattro
anni della presente legislatura.

Tanto che. di fatto, il governo ha sprecato tempo nell'attesa fatalistica di un'auspicata ripresa congiunturale mondiale.

Per voltare pagina il contributo di Armani un saggio suddiviso in tre parti. La prima analizza
le ragioni della crisi passando dalla crescita rapida della globalizzazione alla nuova organizzazione del lavoro lino all'emergere del fondamentalismo islamico.

Nella seconda parte vengono esaminati vincoli e falsi miti dell'Europa, descritta al bivio tra lealt atlantica (agli Stati Uniti, ndr) e condizionamento dell'asse franco-tedesco. E viene spezzata una lancia a favore della riforma del Patto di stabilit (molta) e di crescita (poca), frutto dei Trattati di
Maastricht e di Amsterdam, giudicala ormai urgente.
Per quanto riguarda l'Italia la ricetta di Armani punta sullo sviluppo delle infrastnitture come propellente del prodotto interno lordo, la cui crescita viene considerata il modo migliore per ridimensionare il debito. Le conclusioni, contenute nella terza parte del libro, spiegano come difendere gli interessi italiani, quali sono le riforme necessarie, come liberalizzare mercati e professioni, le strade da seguire per abbassare le tasse, come innovare il mercato del lavoro. Condizioni necessarie, conclude Armani, per avviare l'Italia verso una stagione di maggiore presenza e di pi alto prestigio a livello internazionale.
Pietro Armani, Riconquistare competitivita, oltre i contini del sistema paese, Marsilio, Venezia, pagg. 106, 28,00.



news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news