LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

C. 5736, Competitivit: Le micro-misure soffocano il Ddl sviluppo
AN.MARI.
Il Sole 24-Ore, 05 luglio 2005

05-07-2005

Dalle fiere alle aree dismesse e al Gpl: la legge sempre pi onerosa - Oggi la decisione su come proseguire

ROMA ■ Oggi forse entrer in porto il Ddl competitivita, e sapremo se Guido Crosetto (Fi), relatore per la commissione Bilancio della Camera al provvedimento, decider di ritirare le sue dimissioni.

"Abbiamo lavorato ancora ieri" ha detto sulla copertura agli emendamenti e per questa mattina si attende il parere della Ragioneria generale.

Dalle agevolazioni per le fiere, ai fondi per l'indotto auto; dalle misure per la costruzione di villaggi turistici in zone demaniali ai fondi per le Olimpiadi invernali 2006; dagli interventi per il settore degli elettrodomestici agli sgravi per Gpl e metano il testo ha cambiato fisionomia.

Nato come un contenitore di norme di semplificazione e antiburocrazia il provvedimento ha acquisito, via via, molte micro-misure eterogenee che ne hanno appesantito l'impianto e squilibrato le compatibilita economiche. Il Tesoro ha mostrato di non gradire l'ennesimo assalto alla diligenza del Parlamento e non ha indicato forme alternative di copertura agli emendamenti del relatore. Di qui il gesto di Crosetto.


Fondo rotativo di innovazione tecnologica. L'articolo 10 contiene norme sull'utilizzo del Fondo speciale rotativo per l'innovazione tecnologica.
In particolare le tematiche in esame riguardano la competitivita dell'artigianato e delle Pmi nel mercato globale e la collaborazione tra imprese, e tra queste e i diversi soggetti operanti sul territorio attraverso la creazione di "centri di innovazione" partecipati dalle piccole e medie imprese e dalle loro associazioni rappresentative. Il campo di intervento tuttavia molto vasto, e c' chi fa notare come forse sarebbe stato meglio obbligare le imprese a concentrarsi su nuove produzioni e nuovi servizi nei settori del tessile, dell'alimentare e delle nanotecnologie; oppure sulle tecnologe dell'idrogeno applicate al trasporto e alla produzione di energia, sulle biotecnologie in ambito farmaceutico e sanitario, o sulle tecnologie della comunicazione e su quelle spaziali.
Disposizioni per il potenziamento dei centri fieristici. Con l'articolo 17, non presente nel testo originario, si introducono agevolazioni fiscali dirette ad incentivare nuovi investimenti nel settore dei centri fieristici. Il provvedimento stato giustificato dalla convinzione che per rilanciare la competitivita il Paese debba avere un sistema di centri fieristici efficienti e funzionanti.

Il testo originario prevedeva che ad essere interessati fossero solo i grandi centri,
mentre in commissione l'estensione stata garantita a tutte le fiere a tutti i mercati. Legge obiettivo per le citt


Nell'articolo 9 si stabilisce che i piano degli interventi proposto da Comuni in attuazione della leggi obiettivo per le citt pu prevedere il trasferimento di diritti edificatori finalizzati alla dotazione di servizi, spazi pubblici e di miglioramento della qualit urbana.

Un emendamento presentato da Crosetto ha precisato che alla copertura degli interventi dell'articolo 9 si provveda non con le risorse stanziate annualmente per le infrastrutture strategiche come previsto all'inizio, ma con parziale utilizzo delle risorse per le infrastrutture strategiche di cui alla legge 443/2001, individuate, per la quota relativa, ogni anno con la legge finanziaria.

Il che evita solo in parte lo spiazzamento finanziario proposto dal Governo tra infrastnitture strategiche e legge obiettivo per le citt.

Insediamenti turistici di qualit.

L'articolo 22 prevede una procedura per l'esecuzione di progetti volti alla realizzazione di insediamenti turistici di alta qualit che prevedono la concessione di beni demaniali marittimi della durata massima di 90 anni (termine poi soppresso da un emendamento di Crosetto in commissione) e la riqualificazione di insediamenti e impianti turistici e alberghieri preesistenti.

La commissione ha approvato una modifica, sempre di Crosetto, che ha previsto che le proposte per la realizzazione di insediamenti turistici di qualit potranno prevedere la riqualificazione di insediamenti e impianti preesistenti (anche se tale riqualificazione non interesser necessariamente insediamenti e impianti "turistici e alberghieri", dato che stata infatti soppressa tale specificazione). Inoltre, con un ulteriore comma aggiuntivo, stato disposto che siano individuati tre siti di preminente interesse paesaggistico in cui siano ubicati insediamenti industriali dismessi, nei quali effettuare un intervento integrato di recupero e bonifica ambientale e di realizzazione di un insediamento turistico di qualit.

L'originario progetto si quindi orientato attraverso vari passaggi a concedere la priorit ai siti industriali dismessi.



news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news