LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Santa Gilla. Sotto il fango i misteri della laguna
Andrea Piras
L'Unione Sarda, Cagliari, 5/7/2005

Gli archeologi: Nello stagno un patrimonio inestimabile
Maschere di uomini e donne, teste di animali, anfore e ciotole di delicata fattura plasmate dalle mani degli artigiani di oltre duemila secoli fa.

Di soldi ce n'erano eccome. Parecchi, pronta spesa. Lira pi, lira meno, circa tre miliardi. Ma sono svaniti. Persi nei meandri della burocrazia ma soprattutto mai spesi per colpa di chi pensava in grande, guardava forse troppo lontano, senza invece riuscire a pensare concretamente. Nomi e cognomi, amministrazione comunale.
Cos almeno dissero allora gli archeologi legati, invece, alla realt, troppo abituati, spesso, a fare i conti con pochi spiccioli e non certo con enormi finanziamenti. E gli archeologi - era l'inizio degli anni Duemila - restarono senza il becco di un quattrino. Disarmati davanti al sogno, alla speranza di poter mettere le mani sul tesoro sommerso, proseguire quel lavoro di scavo condotto da un manipolo di ricercatori e di appassionati subacquei avviato nel 1991 e interrotto nel '95.
La speranza. Di Soldi, oggi, non ce ne sono pi. rimasto il desiderio, forte, di poter tornare a sprofondare su quella melma di Su Moguru (ma anche di altre zone della laguna) per mettere le mani nel fango e riportare in super-ficie maschere di uomini e di donne, protomi di coccodrilli e cani, mani e piedi sapientemente plasmati nella terracotta dagli artigiani punici che sulle sponde della laguna avevano le loro officine.
Gli studiosi. L'archeologo Paolo Bernardini, che quel lavoro nello stagno lo ricorda come fosse oggi, ci spera ancora di poter tornare a scavare a Santa Gilla. Magari con somme ben diverse da quei tre miliardi di allora. Come lo sperano i pionieri subacquei guidati negli anni Novanta da Nicola Porcu: Anni meravigliosi, portavamo su le terrecotte affondando mani e braccia nella fanghiglia, ad appena settanta, ottanta centimetri di profondit.
L'universit. La studiosa Barbara Fois, che sta partecipando a un importante progetto di indagine e valorizzazione della "citt sarda" di Santa Igia e alla nascita del museo virtuale insieme a un'equipe di diverse discipline, ne convinta: Attraverso l'utilizzo della tomografia assiale, una sorta di ecografia del territorio, che sar usata per Santa Igia, si potrebbe intervenire anche nella laguna. Per individuare i diversi "siti" sommersi e capire, ben prima di uno scavo, cosa si nasconde sotto lo stagno. Resta la speranza. Che l'Amministrazione provinciale faccia ripartire il suo "vecchio" progetto. All'assessore alla Cultura Luciano Marrocu e al presidente Graziano Milia il compito di ripensarlo. Dagli archeologi un messaggio pi che diretto.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news