LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MODENA - Esposto per salvare 130 platani secolari
Sabina Piccinini
16 aprile 2016 LA GAZZETTA DI MODENA

denuncia lo stato di abbandono del bacino irriguo di Altolà: «La grande opera da 5 milioni di euro sta franando. Avrebbe dovuto servire 170 aziende agricole, ad oggi però solo 22 hanno scelto di prelevare acqua. Collaudato da 5 anni, non è mai entrato in funzione. Gli agricoltori preferiscono irrigare con l'acqua dei pozzi visto quanto appare sporca quella del bacino. I pochi che hanno tentato di prelevare l'acqua, causa la scarsa pressione di consegna non sono riusciti ad irrigare il fondo e hanno dovuto pure pagare per gli allacciamenti. Il bacino irriguo è un grande flop, un lago abbandonato con problemi di tenuta. Il livello dell'acqua si abbassa e le sponde franano (nella foto). Si potrebbe trasformare in una zona di interesse paesaggistico ambientale. E riconsegnarlo ai cittadini».SPILAMBERTO Sacrificare 130 platani secolari in nome della sicurezza o trovare soluzioni alternative? È su questo dilemma che divampa la polemica per il progetto di allargamento della Vignolese, che è divenuto esecutivo. È previsto l'abbattimento di 120 o 130 platani centenari, compresi nel tratto tra Ponte Guerro e la rotatoria di Via Macchioni, in territorio di Spilamberto. «Si tratta di alberi sani di oltre cento anni, alti anche trenta metri, con un diametro del tronco di 70/80 centimetri, che svolgono un'importante funzione di riduzione dell'inquinamento del traffico e del rumore - lamentano Paola Forghieri ed Emilio Salemme - Questi platani secolari che ombreggiano il viale storico di ingresso del paese hanno un grande valore paesaggistico e ambientale riconosciuto dalla normativa vigente: sono tutelati, assieme alla strada stessa, dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio». Così è stata inviata alla Soprintendenza per i Beni culturali e il Paesaggio una richiesta di parere sul progetto e di informazioni, sulla scorta anche di quanto è successo in provincia di Forlì, dove la Soprintendenza ha bloccato il taglio di alberature stradali sulla base del suddetto Codice, relativi alla mancata autorizzazione paesaggistica. «Il progetto della Provincia ha come obiettivo la messa in sicurezza della strada, ma non può prescindere dalla tutela del patrimonio arboreo. Va detto inoltre che il progetto iniziale risale al 2005 ed è evidente che la nominata sicurezza a distanza di 11 anni non dovrebbe coinvolgere gli alberi. Basterebbe abbassare i limiti di velocità e mettere dei rilevatori. L'abbattimento di cento platani secolari sarebbe un atto gravissimo e produrrebbe un danno irreparabile all'ambiente», afferma la Forghieri, presidente Lista "Spilamberto Libera e Responsabile". La Provincia difende la propria decisione: «Risolvere il problema delle code e dei rallentamenti all'ingresso della città di Modena sulla Vignolese, ma soprattutto ridurre gli incidenti, nonostante il limite dei 50 orari. Sono questi gli obiettivi del progetto di ampliamento, che è in fase avanzata di definizione e prevede l'allargamento della carreggiata grazie al tombamento del canale Diamante che affianca l'arteria e interventi sulle curve e la visibilità delle intersezioni con la strade comunali. Con un investimento di oltre due milioni di euro la carreggiata sarà allargata e resa più sicura dagli attuali 6,50 metri a 9,50 metri con una banchina laterale di oltre un metro. Per realizzare l'ampliamento è previsto il taglio di 50 alberi lungo la carreggiata, un intervento di cui nel 2015 sono stati trasmessi tutti i documenti alla Soprintendenza; a fronte del taglio delle alberature è prevista la piantumazione di 400 alberi la cui collocazione sarà decisa dal Comune di Spilamberto. Dai dati sul traffico nella fascia oraria tra le 7 e le 19 transitano quasi 16 mila veicoli di cui quasi tre mila pesanti con un aumento in dieci anni di circa il 40% del traffico. Con una carreggiata così stretta e i diversi incroci la Vignolese è tra i tratti più pericolosi della provincia. L'intervento fa parte di un progetto più complessivo di messa in sicurezza dell'arteria con investimenti per oltre quattro milioni».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news