LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Musei, arriva la devolution dei biglietti
Francesco Vastarella
Il Mattino, Napoli, 5/7/2005

Il prezzo dei biglietti dei musei, per regolamento ministeriale, sar stabilito a livello regionale. Manca qualche passaggio burocratico in Consiglio dei ministri, per il resto cosa fatta. La devolution arriver anche nei siti archeologici, nei templi dell'arte, della storia, dell'architettura. una conseguenza dell'istituzione delle direzioni regionali del ministero dei Beni culturali. I prezzi saranno tutti costantemente sotto esame, dovranno passare al vaglio dei criteri di valorizzazione: il costo dell'ingresso il pi adeguato? Corrisponde a quel che offre la struttura museale al momento?
Sei milioni e mezzo i visitatori di musei e siti archeologici campani. Dai dati del ministero dei Beni culturali la Campania risulta tra le superstar del 2004. la terza regione per numero di visitatori paganti nei musei (3.231.849), preceduta da Lazio (4.920.827) e da Toscana (3.845.004). Per introiti lordi la Campania balza addirittura al secondo posto: 24milioni e 361mila euro, contro i 32 milioni e 619mila euro del Lazio e i 20 milioni e 940mila euro della Toscana. Insomma, dalle sovrintendenze campane arriva una fetta consistente dei 90 milioni di introiti lordi a livello nazionale. Una cifra, quest'ultima, che a partire dal 2000 cresciuta di cinque milioni all'anno a livello nazionale e che, sulla base delle nuove scelte, potrebbe avere una ulteriore crescita. In Campania si registrata nei primi cinque mesi del 2005 una crescita del tre per cento del numero dei visitatori dei musei, crescita che esaminata a partire dal 2003 arriva addirittura a quota 10,6 per cento.
Questo provvedimento - dichiara il viceministro dei Beni culturali Antonio Martusciello - in sintonia con la logica del decentramento e del federalismo che il governo ha tradotto in una riforma che aperta alla partecipazione. una misura che risponde alle esigenze e alle compatibilit territoriali. Le sovrintendenze hanno il polso della situazione e conoscono i flussi del turismo culturale per decidere al meglio un prezzo di ingresso che sia in linea con queste esigenze. Si ribalta una logica centralista che la societ di oggi fortemente partecipativa non poteva pi accettare. La Campania - conclude Martusciello - date le sue risorse culturali pu trarre grandi vantaggi incentivando il turismo culturale e potendo contare su questa flessibilit. L'assessore ai Beni culturali, Marco Di Lello, regista del sistema Artecard, pensa alle prospettive che apre questa nuova politica tariffaria. Da noi abbiamo avuto una esperienza positiva con Artecard - spiega Di Lello - ed una strada che dobbiamo continuare a percorrere, visto che ci sono le condizioni per funzionare meglio andando incontro alle esigenze degli operatori turistici. Non dovrebbero pi ripetersi episodi come quello dei mesi scorsi, quando fu aumentato di un euro il ticket per la Reggia di Caserta e furono messi in difficolt i tour operator che avevano gi acquistato i biglietti. Io credo - incalza Di Lello - che si possano introdur-re tariffe di bassa stagione, o cose di questo tipo inseguendo la logica di funzionalit turistica. Ma penso anche a sistemi per far crescere il numero dei visitatori dei musei minori, legando magari l'acquisto per il museo grande all'incentivo per la piccola struttura. Mi auguro che il prossimo passo in senso federale sia quello di far arrivare nelle casse locali una parte degli introiti dei biglietti, che oggi finiscono a Roma.
Su quest'ultimo punto si dichiara d'accordo il direttore per la sovrintendenza ai Beni architettonici, l'architetto Enrico Guglielmo: Il fatto che gli introiti finiscano per intero allo Stato resta una forma ancora ambigua e un po' ibrida che non permette completamente la valorizzazione a livello locale. Il costo deve dipendere dall'offerta complessiva e dai servizi della struttura museale, e in questo deve rientrare anche ci che l'ente locale riesce a far sviluppare intorno. Ecco perch ritengo che insieme con la decisione che spetta a strutture ministeriali regionali, vanno ulteriormente coinvolti gli enti locali nelle politiche tariffarie.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news