LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Museo dell'Universo sui colli di casa
Mara Amorevoli
La Repubblica ed. Firenze, 3 luglio 2005

L'ha redatto un'equipe coordinata da Franco Pachi e Paolo Galluzzi. L'occasione: le celebrazioni galileiane del 2009.
Il progetto per costruire la "torre delle stelle "a 2 passi da Arcetri.

La Torre delle Stelle. Potrebbe essere questo il nome del nuovo Museo dell'Universo. La parola museo troppo statica, poco adatta al complesso e alle funzioni che dovr svolgere. Un nome che evoca la sede, l'antico castello della Torre del Gallo, a cento metri dall'Osservatorio astronomico di Arcetri e a trecento metri dalla Villa il Gioiello, ultima dimora di Galileo Galilei.
L'occasione per realizzare il museo la data del 2009, quando tutta la comunit scientifica internazionale celebrer l'anno dell'astronomia e i 400 anni dell'anniversario delle prime osservazioni astronomiche con il cannocchiale effettuate da Galilei. Una scadenza che Firenze si appresta a onorare con il dovuto rilievo, non solo con convegni e mostre, ma con la realizzazione di un nuovo e moderno Science Center dedicato alla divulgazione della cultura scientifica contemporanea. Del progetto ormai si parla da tempo ed gi stato presentato lo studio di fattibilit, promosso dal Piano strategico e finanziato dalla Camera di Commercio di Firenze e redatto da un quipe coordinata da Franco Pacini dell'Osservatorio Astrofisico di Arcetri e dal direttore del Museo della Scienza, Paolo Galluzzi.
Ecco mappe, disegni e planimetrie del futuro centro scientifico (la cui gestione si prevede affidata ad una Fondazione) che non sar un doppione dell'Istituto e Museo della scienza, perch giocher tutte le sue carte sulla strumentazione contemporanea pi avanzata. Eccola torre che svetta sull'edificio del castello che ospiter locali con la caffetteria, il bookshop, la biblioteca, gli uffici per una trentina di dipendenti, gli spazi espositivi per gli strumenti e per le mostre al piano terreno, i laboratori sotterranei. All'esterno: la cupola del planetario per la visione del cielo stellato e per approfondire i fenomeni astronomici immersa nel verde del parco. Sempre qui saranno attrezzati modelli di astri, telescopi, exhibit per ricreare emozioni come cadere in un buco nero, volare verso una galassia o camminare su Marte.
Reale e virtuale per toccare il cielo, a portata di mano per il grande pubblico, le scuole, gli insegnanti e gli astrofili che potranno familiarizzare con l'universo. Sar cos? Franco Pacini racconta la suaTorre delle stelle immaginando la visita di una famiglia. Ingresso al complesso (3 ettari di parco) dal viale, per imbattersi nella costruzione di un modello della nostra galassia, oppure in un'antenna puntata verso il cielo e che riceve segnali cosmici, tipo bip-bip intermittenti, o in un telescopio in funzione spiega. Prime esperienze di contatto con l'universo, che grazie ai nuovi strumenti appare vicino. In una saletta poi, si potr osservare l'invisibile: che siamo continuamente bombardati da particelle provenienti dallo spazio, i raggi cosmici. Oppure osservare pianeti e stelle utilizzando in tempo reale un telescopio remoto dall'Arizona o dall'Australia. E anche le scuole di tutta Italia potranno utilizzare a distanza i telescopi di Arcetri prosegue l'astronomo.
Il planetario (con al massimo 150 posti), regala l'emozione di toccare con lo sguardo l'infinita-mente piccolo in dimensione macroscopica. Il cielo e suoi misteri non si possono toccare, ma possono diventare incontro ravvicinato di esperienza, gioco e conoscenza. Sar questo il nuovo museo, innanzitutto un parco attrezzato, come quello che ho visitato recentemente in Finlandia. L lo hanno chiamato Eureka ed pieno di giochi, con gallerie del vento, pompe d'acqua, strani tunnel in filo di ferro che sembrano labirinti in cui facile entrare ma complicato uscirepropone Pacini II problema, certo, sono i costi, ma prima si attrezza parte del parco e si realizza il Planetario. Solo dopo si far il restauro vero e proprio della Torre e delle sue strutture... Ecco l'altra grande sfida del progetto: le risorse finanziarie. Il piano di fattibilit ben dettagliato. Prevede un investimento totale di 45 milioni di euro.
Entro il 2009 ne servono circa la met per non mancare lappuntamento con Galileo: Abbiamo stimato circa 100 mila visitatori all'anno, circa 300 persone al giorno che si dirigono nella zona, che ammirano il panorama e si misurano con le conoscenze dell'universo. I fondi li troveremo, spendendo i nomi di Firenze, la Toscana e Galilei puntualizza Pacini Non si tratta di realizza- re una struttura moderna dedicata semplicemente alla Scienza divertente: laTorre del Gallo un investimento sul futuro, un centro che richiamer pubblico da tutto il mondo, una struttura a disposizione delle scuole per sviluppare l'interesse dei giovani verso la scienza e l'innovazione. Insomma il nuovo museo metter al primo posto l'informazione e la divulgazione astronomica per l'appuntamento di Firenze con le celebrazioni galileiane. Una tappa fondamentale, che citt come Barcellona, Atene, Boston, New York, San Francisco, Amburgo, Valencia, Londra e Parigi hanno gi realizzato da tempo.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news