LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Villa di Augusto made in Giappone
Carlo Avvisati
il Mattino 3/7/2005

Diventer il tassello pi importante di un grande Parco archeologico da attrezzare nellarea Nord del Vesuvio, la cosiddetta Villa di Augusto, a Somma Vesuviana. Di pi. Quando lo scavo sar completato e la struttura sar stata riportata interamente alla luce, la costruzione sfider Pompei e le sue case richiamando turisti da ogni angolo di mondo e principalmente dal Giappone. Parola di Masanori Aoyagi, coordinatore della missione di scavo e archeologo di caratura mondiale ( capo del Comitato culturale dellUnesco per il Giappone e ha ricoperto le cariche di Rettore dellUniversit di Tokio e preside nella facolt di Lettere) che dellimportanza e del futuro del complesso ha parlato ieri a Castel dellOvo nel corso di una conferenza a cui hanno preso parte, tra gli altri, lambasciatore presso la Santa Sede, Kanou, i responsabili della Jal italiana, Japan air lines, la compagnia di bandiera giapponese e rappresentanti parigini della Jal family club. Nel corso dellincontro napoletano Salvio Corcione, ovvero mister cornicello, promotore delloperazione-simpatia per la citt di Partenope, ha consegnata al professor Aoyagi una targa in argento e un cornetto di corallo rosso a testimonianza dellimpegno profuso dallarcheologo nella promozione dellimmagine di Napoli e dei suoi tesori in Giappone, peraltro una terra gemella per la presenza del vulcano Fujiama, il Vesuvio giapponese. La visita allo scavo di questi manager - spiega Aoyagi, qualche ora dopo sul luogo delle indagini per mostrare quanto riportato alla luce - non un caso: la villa sar uno dei pezzi forti della grande mostra Storie da uneruzione che lanno prossimo girer il Giappone. La cosa importante che a Tokio tutti ormai conoscono l'edificio di Somma Vesuviana: stato fortemente pubblicizzato attraverso la televisione e i giornali, e sono in tanti che ci chiedono di poterlo visitare, anche perch abbiamo recuperato elementi di valore unico. Attraverso l'indagine (finanziata dal ministero della Pubblica istruzione nipponica) che in corso gia da tre anni in partenariato con la Federico II e lIstituto universitario Suor Orsola Benincasa, e sotto la supervisione della Soprintendenza archeologica, sono stati difatti riportati alla luce il timpano di una grande Basilica dedicata a un dio (ancora da identificare), visto che al centro dellarchitettura, in stucco, si nota una corona a rilievo, e un grande peristilio con un colonnato. Questultimo, ancora da recuperare completamente (viene stimato alto circa sette metri) ha le singole colonne sormontate da capitelli corinzii, ottenute lavorando un unico blocco di materiale proveniente da una cava africana fatta aprire da Settimio Severo nel II secolo d.C. Ancora, stata ritrovata la strada in basoli vesuviani che girava attorno alla villa e recuperato il mosaico che ornava il calpestio dellambiente posto tra il peristilio e lingresso ad archi della costruzione. Limpianto musivo, a tessere quadrate, bianche e nere, di circa due centimetri di lato, risale al III secolo a.C. E poi, lanno scorso, il recupero dei due, per cos dire, pezzi forti, una peplofora (portatrice di peplo, un mantello caratteristico) la cui veste conserva ancora tracce di colore amaranto e un Dioniso di marmo assolutamente unico. Nel primo caso, la figura femminile dovette in antico essere impreziosita sia con un diadema che attraverso luso di fibule, poste sul marmo, allestremit dellabito, e sulle spalle, che di orecchini. Per quel che riguarda il Dioniso, invece si tratta di una figura unica perch presenta la caratteristica inusuale di un dio che accoglie un cucciolo di pantera tra le braccia invece di averlo come al solito, accosciato ai piedi. Le due statue sono tra le pi ammirate allExpo universale di Aichi, in Giappone. Proprio perch tutti questi reperti sono stati conosciuti dal grande pubblico - ha sottolineato Aoyagi - adesso la villa gode di una enorme pubblicit e tutti vogliono vederla. Ora la ricostruiremo anche virtualmente e faremo in modo che diventi uno dei siti preferiti dai giapponesi nei loro tour in Campania.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news