LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Museo Diocesano e il suo legame con la citt di Teggiano
di GERARDO PECCI
14 marzo 2016 La cittt di Salerno


Nella provincia di Salerno si fa un gran parlare di valorizzazione dei beni culturali. Gran bel termine. Solo che spesso si fa una confusione enorme e lo si interpreta variamente, ognuno con una propria personalissima filosofia. Purtroppo vi una distorta visione del termine "valorizzazione". Essa concepisce i beni culturali esclusivamente come una sorta di "macchina economica in grado di fare cassa, di "mettere a reddito" il patrimonio di civilt e di cultura che possediamo, rispolverando l'inappropriato termine di "giacimenti culturali", a cominciare dalle aree archeologiche della Magna Grecia, tra le pi note al mondo, di Elea-Velia e Paestum, passando poi per il medioevo e l'et moderna, con la Certosa di Padula, oggi inglobata nel polo museale campano, arrivando alle coste cilentane e nell'entroterra del Salernitano, tra chiese, antichi borghi, luoghi di una civilt antica che ha lasciato tracce indelebili. E ci si dimentica troppo spesso, invece, che sono i musei pi piccoli, quelli apparentemente meno importanti a ridarci il senso della dignit dei beni culturali, visti correttamente come "testimonianze storiche aventi valori di civilt". A farci riassaporare le verit del passato, quelle in grado di ridarci il senso della dignit della storia e dell'arte, il Museo Diocesano di Teggiano che sta ridestando l'attenzione della gente comune verso un patrimonio unico di opere e di lavoro umano, che testimoniano l'importanza della nostra identit lungo le strade e i sentieri, anche i pi impervi, della cultura artistica della provincia salernitana. Grazie a Monsignor Antonio De Luca, vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, a Don Fernando Barra, Direttore dell'Ufficio Diocesano Beni Culturali, all'Architetto Marco Ambrogi, Responsabile del Museo Diocesano di Teggiano, ai giovani componenti della Cooperativa Pardhosis, sono stati presentati al pubblico una guida in lingue e una pubblicazione, a cura di Paola Potignano, alla scoperta delle meraviglie del Museo Diocesano di Teggiano, attraverso un personaggio di fantasia, Lapiotto, in grado di guidare i bambini alla scoperta del patrimonio culturale che si conserva nel museo stesso: la ex chiesa di S. Pietro. Un'operazione unica, al momento, nella provincia di Salerno, per avvicinare i giovani e la gente comune all'arte, alla bellezza della storia e della cultura intese come strade importanti per la riappropriazione di un'identit che si rispecchia e si rivede nelle antiche opere d'arte che sono conservate ed esposte al pubblico in questo scrigno d'arte teggianese. D'altra parte Teggiano una citt il cui centro storico, con le sue chiese e le sue opere d'arte, protetto dall'Unesco. E non cosa da poco. Si deve, poi, a Marco Ambrogi un'interessante pubblicazione dal titolo "Il Museo e la Citt" che ricuce, e puntualizza, il rapporto stretto che esiste tra il Museo Diocesano e la citt di Teggiano, una riflessione per un diverso e rinnovato turismo culturale, intelligente e non "mordi e fuggi", fatto attraverso itinerari in grado di far vivere al visitatore, non pi frettoloso, il valore di una citt e del suo territorio e dei beni culturali che essa conserva gelosamente. E' la narrazione, lungo le vie della storia, di una citt, di una comunit, di una civilt che a partire dal mondo romano, e poi medioevale, moderno e anche contemporaneo, ha scritto pagine memorabili di eventi storici che hanno segnato il destino dell'intero Vallo di Diano. Si pu dire che Teggiano la capitale culturale dell'intero Vallo di Diano, sede diocesana sin dalla met dell'Ottocento, ed un luogo che sta tornando ad essere al centro dell'attenzione, per un rinnovato sviluppo civile dell'intero territorio del salernitano, perch la cultura che essa esprime, insieme a Salerno, a segnare l'idea di un rinnovato interesse per l'arte e ci che essa esprime, non solo in termini di "bellezza", ma di consapevolezza, anche morale, verso la storia e ci che essa ci ha lasciato in eredit: il nostro essere persone che agiscono per il bene comune e per il progresso, inteso come civilt.




news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news